Piano scuole, nuovi atti nel fascicolo dei giudici

Il Tar chiede alla Regione nuovi chiarimenti prima della decisione

Il sindaco di Caserta Carlo Marino

Nuovi atti al vaglio dei giudici. E' quanto ha disposto il Tar nel ricorso dell'istituto comprensivo Vanvitelli di Caserta contro il Comune e la Regione Campania ed avente ad oggetto il piano di dimensionamento scolastico approvato da Palazzo Castropignano e vidimato dalla giunta regionale.

Per i giudici le interlocuzioni avvenute tra il Comune e la Provincia di Caserta (solo richiamate nella delibera di Palazzo Santa Lucia e che sarebbero alla base decisione della Regione) sarebbero importanti per decidere nel merito del ricorso. La Regione dovrà fornire chiarimenti entro la metà di giugno con la causa che sarà discussa all'inizio di luglio. 

La Vanvitelli, rappresentata dall'avvocato Paolo Centore, ha censurato la delibera n°203/2019 con cui la giunta comunale di Caserta, lo scorso 29 novembre, sostituì il Piano di dimensionamento della rete scolastica che essa stessa aveva approvato con una precedente delibera dell'inizio d'ottobre. Con la seconda delibera il Comune ha attribuito un numero di alunni sproporzionato in eccesso ai tre istituti: in particolare l’avvocato Centore ha evidenziato che , nonostante il Don Milani e il Vanvitelli siano praticamente contigui l’uno con l’altro, con la seconda delibera di Giunta Comunale al Vanvitelli sono stati assegnati plessi per complessivi 730 alunni mentre il Don Milani ne ha avuti 1.011. Un numero eccessivo visto che nella prima delibera di giunta il numero era più simile (779 la Vanvitelli ed 820 la don Milani).

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

La delibera di giunta comunale di Caserta, inoltre, appare anche caratterizzata da numeri errati giacchè, ad esempio, all’istituto comprensivo Dante Alighieri di Caserta sono stati erroneamente attribuiti i plessi di San Benedetto, che invece sono aggregati alla Vanvitelli, mentre il numero degli iscritti del Collecini non è realistico, perché nel conteggio la giunta comunale non ha compreso 300 alunni di Castel Morrone che sono iscritti ai plessi del Collecini.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • SPECIALE REGIONALI E' ufficiale: Grimaldi eletto. Nel nuovo consiglio regionale ben 5 uscenti

  • SPECIALE MARCIANISE Abbate sfiora i 9mila voti, Velardi a contatto. Alessandro Tartaglione all11%

  • SPECIALE MARCIANISE Moretta super con 1164 preferenze: cinque donne tra i candidati più votati

  • SPECIALE SANTA MARIA A VICO Tutti i voti e i nuovi consiglieri comunali

  • I contagi aumentano ancora. Caserta supera Aversa: è la città con più positivi

  • Maresciallo dei carabinieri investito e ucciso mentre fa jogging: arrestato 21enne

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
CasertaNews è in caricamento