Sabato, 20 Luglio 2024
Attualità Capua

Caos parcheggi, l'opposizione incontra i cittadini e presenta la proposta di modifica del piano

Antropoli: "Evitiamo il paradosso che avere un'automobile diventi una condizione di svantaggio". Brogna indica la strada: "Abbonamento a 50 euro l'anno, tempo di tolleranza e nuovi orari"

La questione relativa al nuovo piano parcheggi tiene banco a Capua. I consiglieri di minoranza Fernando Brogna, Massimo Antropoli, Paolo Romano e Annarita Vegliante, dopo aver contestato la scelta dell'amministrazione in consiglio comunale, hanno incontrato i cittadini in un'assemblea pubblica al fine di costruire una proposta capace di spostare l'esigenza di regolamentare correttamente la sosta ma allo stesso tempo, come ha evidenziato Antropoli, di "evitare il paradosso che avere un’automobile diventi una condizione di svantaggio".

Proprio Antropoli ha sottolineato: "I cittadini capuani pagheranno 200 euro all’anno per l’abbonamento della sosta della propria automobile; chi ha due auto pagherà 400 euro, più di quanto avrebbe potuto pagare di Imu un proprietario di un immobile quando era in vigore l’imposta sulla prima casa. Indirettamente anche il mercato immobiliare ne risentirà, perché chi deve vendere una casa senza garage avrà inevitabilmente un pregiudizio da parte del potenziale acquirente, che dovrà accollarsi magari non l’onere dell’Imu ma quello dell’abbonamento della sosta. Il sindaco Villani durante la campagna elettorale ha parlato ininterrottamente di metropolitana; evidentemente crede che a Capua ci sia già la metropolitana che permette di andare da Porta Roma a via Santa Maria Capua Vetere senza bisogno dell’auto. L’auto non è un capriccio voluttuario ma è fondamentale per accompagnare un familiare a sottoporsi a degli accertamenti o magari consentire ad un figlio di poter raggiungere l’università".

Sulla questione è intervenuto anche Brogna: "L’amministrazione comunale aveva tutto il tempo per porre rimedio a quel pasticcio di natura amministrativa che è stato questo provvedimento dei parcheggi. Ricordo che la gara è stata bandita durante il periodo in cui Capua è stata amministrata dal commissario prefettizio mentre l’aggiudicazione della gara è avvenuta il 28 ottobre 2022. C’era quindi tutto il tempo per porre rimedio. Ricordo che, per giurisprudenza consolidata, l’amministrazione comunale conserva il potere di ritirare il bando, le singole operazioni di gara, l’aggiudicazione di gara, in presenza di vizi dell’intera procedura o a fronte di motivi di interesse pubblico tali da rendere inopportuno o anche da sconsigliare la prosecuzione della gara".

Brogna poi illustra una proposta che sarà sottoposta all’amministrazione comunale. "L'eliminazione totale degli stalli blu nelle zone periferiche di Capua,  via Fuori Porta Roma, via Mezz’Appia, via Santa Maria Capua Vetere, via Quattro Novembre; diminuzione degli stalli blu della sosta, abbonamento calmierato a 50 euro all’anno per ogni cittadino. Ancora 'no' al pagamento per i cittadini che parcheggiano nel luogo di residenza nel centro storico; 15 minuti di tolleranza per la sosta finalizzata all’espletamento di una commissione breve; rimodulazione degli orari di sosta, ossia non più dalle 8 alle 20 compresi i festivi ma sosta nella fascia oraria 8-13 e 16-20, esclusi sabato, domenica e festivi. Avviso di cortesia per chi non fa il tagliandino con possibilità di sanare la posizione e stalli della sosta  per le motociclette. Ovviamente noi della minoranza consiliare continueremo la nostra battaglia in tutte le sedi opportune".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Caos parcheggi, l'opposizione incontra i cittadini e presenta la proposta di modifica del piano
CasertaNews è in caricamento