Giovedì, 18 Luglio 2024
Attualità San Prisco

Individuate le aree per il piano di emergenza comunale: c'è la segnaletica

Soddisfazione per l'amministrazione guidata dal sindaco D'Angelo: "Risultato importantissimo per l'intera comunità"

Via libera al piano di emergenza comunale di San Prisco. L'assessore alla Protezione Civile Luigi Abbate, insieme al coordinatore Luigi Sticco e al comandante della polizia locale, ha seguito tutto l'iter che ha portato all'individuazione di aree - segnalate da apposita segnaletica - dove i cittadini dovranno recarsi in caso di calamità.

Il territorio di San Prisco è stato suddiviso in: "aree di attesa sicura", cioè quei luoghi dove le persone devono recarsi nei primi istanti successivi a un evento calamitoso; "aree di ricovero", quei luoghi e spazi in grado di accogliere strutture ricettive per garantire assistenza e ricovero a coloro che hanno dovuto abbandonare la propria abitazione; "aree di ammassamento", quali centri di raccolta di uomini e mezzi necessari alle operazioni di soccorso.

In base alla normativa che regolamenta le situazioni di emergenza comunale e alle disposizioni operative del nuovo Testo Unico della Protezione Civile del Decreto legislativo  recante “Codice della Protezione Civile” e del decreto di attuazione della riforma della Protezione Civile nel suo ammodernamento si è proceduto alla progettazione  e all’organizzazione delle attività connesse al Piano di Emergenza. 

Soddisfazione è stata espressa dall'intera amministrazione guidata dal sindaco Domenico D'Angelo: "Oggi, i cittadini di San Prisco hanno un Piano di Emergenza Comunale che fino ad ora non esisteva, un risultato importantissimo per l’intera cittadinanza in caso di calamità", si legge in una nota. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Individuate le aree per il piano di emergenza comunale: c'è la segnaletica
CasertaNews è in caricamento