Piano rifiuti, c'è l'ok dei sindaci: oltre 220 milioni di investimenti in 10 anni

L'assemblea dell’Ato Rifiuti esprime parere favorevole all’unanimità al Piano d’Ambito presentato dal Consiglio dell’Eda presieduto da Mirra

Il presidente dell'Ato Rifiuti di Caserta, Carlo Marino

Si è conclusa con il voto all’unanimità l’assemblea dei sindaci dell'Ato Rifiuti che si è tenuta sabato mattina. All’attenzione dei sindaci il Piano d’Ambito per la gestione integrata dei rifiuti urbani della provincia di Caserta predisposto dal Consiglio dell’Ente d’Ambito presieduto dal sindaco di Santa Maria Capua Vetere Antonio Mirra. L’assemblea presieduta dal sindaco di Caserta Carlo Marino ha espresso parere favorevole sul piano redatto in collaborazione con il Conai che prevede la suddivisione del territorio provinciale in 11 sub-ambiti distrettuali (Sad), oltre il Sad autonomo del Comune di Caserta, quattro modelli di raccolta, quattro tipologie di infrastrutture a sostegno della gestione dei servizi, 10 nuovi impianti finalizzati a realizzare l’autonomia impiantistica provinciale e una discarica di servizio per un totale di investimenti stimati nel decennio pari ad oltre 220 milioni di euro, con un piano economico finanziario annuale pari a circa 160 milioni di euro.

Adesso il piano sarà pubblicato sul sito dell’Eda Caserta ed entro 30 giorni potranno essere formulate proposte ed osservazioni e dopo trasmesso in Regione Campania per la valutazione di conformità al piano regionale dei rifiuti; già prevista anche la forma di gestione pubblica dell’impiantistica con la imminente costituzione di una società interamente partecipata dall’Ente che già dal prossimo anno subentrerà nella gestione degli impianti sul territorio provinciale.

“A nome di tutto il Consiglio esprimo grande soddisfazione per questo risultato - afferma Mirra - Un parere favorevole all’unanimità e al di là degli schieramenti politici che ci gratifica del lavoro svolto in questi mesi dal Consiglio, unitamente al direttore Sorà in collaborazione con il Conai, con il continuo confronto con la Regione Campania ma, soprattutto, in piena sinergia con i 104 sindaci della provincia con i quali abbiamo periodici incontri e confronti. Con l’approvazione del piano definitivo scriveremo una pagina fondamentale nella gestione associata del sistema integrato dei rifiuti, precondizione per la prossima gestione degli impianti provinciali e la definitiva gestione associata anche dei servizi e, quindi, di tutto il ciclo integrato”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Un casertano 'firma' la nuova stazione della metro di New York

  • E' ufficiale: Campania in zona gialla. Confermate le restrizioni per il week-end

  • Giovanni a 6 anni debutta su Rai 1 nella fiction ‘Mina Settembre’

  • Muore improvvisamente ed i carabinieri scoprono la casa a luci rosse

  • Caserta perde un pezzo di storia, "Dischi Sgueglia" chiude dopo 65 anni

  • La Dea bendata bacia il casertano: vinti 100mila euro

Torna su
CasertaNews è in caricamento