Martedì, 27 Luglio 2021
Attualità

Vandalismi e folli corse di auto, petizione sindaco e prefetto: "Più controlli contro questa movida"

La lettera a Golia: "Così non si può vivere. Azioni pericolose con auto e moto"

I ragazzi che affollano la sera piazza Paul Harris

Una piazza trasformata in ritrovo della movida dei giovani, che sta creando non poche difficoltà ai residenti. Che, dopo un’estate vissuta tra mille difficoltà, hanno deciso di sottoscrivere una petizione che è stata poi inviata al sindaco Alfonso Golia ed al prefetto di Caserta Raffaele Ruberto.

“Da alcuni mesi ad oggi - si legge nella lettera - si sta perpetrando una situazione di disturbo della quiete pubblica e del riposo delle persone che hanno la sventura di abitare nei fabbricati insistenti su piazza Paul Harris e via Salvo D’Acquisto, dove, peraltro, nelle ore lavorative si svolge una tranquilla vita di relazione e dove, a maggior ragione, si dovrebbe avere il diritto, nelle ore notturne, di riposare serenamente. Si è infatti costretti ad assistere, tutti i giorni della settimana, a forti schiamazzi notturni (dalle prime ore della serata fino alle prime ore del mattino) procurati da gruppi di ragazzi e ragazze che, verosimilmente in preda ad ebrezza alcolica, nonché perdita di qualsivoglia remora del vivere civile, si lasciano andare ad intemperanze, verbali e  non, lasciando evidenti tracce di sporcizia, non astenendosi neppure dal cagionare danni materiali ai fabbricati ed alle giostrine site in piazza”. 

Secondo i firmatari “la piazza è altresì utilizzata a mo’ di circuito, con grosso rischio per l’incolumità degli stessi ragazzi; le auto ed i motocicli fanno continui giri in accelerazione, testacoda e penne senza nessun rispetto delle basilari norme del codice della strada”

Ma non basta. Perché “ad aggravare la situazione si segnala - scrivono i residenti - che i ragazzi e le ragazze non rispettano minimamente le regole fondamentali per combattere il Covid-19, assembrandosi senza mascherina e socializzando senza distanza alcuna, non rispettando le ordinanze sindacali e regionali”.

Per questo motivo i firmatari della petizione chiedono “un deciso intervento finalizzato a ristabilire le più elementari norme di convivenza civile e restituire così alla stessa città di Aversa la dignità che merita”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Vandalismi e folli corse di auto, petizione sindaco e prefetto: "Più controlli contro questa movida"

CasertaNews è in caricamento