menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
La vice sindaca Gabriella Parente

La vice sindaca Gabriella Parente

Percettori del reddito di cittadinanza per la vigilanza dei cimiteri

Il sindaco Petrella e la vice Parente spiegano il progetto

Col progetto “Vivibilità sostenibile” l’Amministrazione comunale di Grazzanise si dimostra foriera di interessanti ed intuitivi progetti di spiccato valore civico e sociale.

“Il progetto varato dalla nostra Amministrazione comunale ha come obiettivo la vigilanza, il controllo e la manutenzione dei cimiteri presenti sul territorio, attraverso il coinvolgimento attivo dei percettori del reddito di cittadinanza, a supporto del personale. Le finalità del progetto sono quelle del reinserimento sociale (talvolta anche formativo, conoscitivo) delle persone beneficiare del contributo economico”. Lo afferma in una nota il sindaco Enrico Petrella. 

Con la Legge n. 26 del 28 Marzo 2019 recante “Disposizioni urgenti in materia di reddito di cittadinanza e di pensioni”, è stato istituito il Reddito di Cittadinanza, quale nuova misura di politica attiva del lavoro e di contrasto alla povertà, definita come livello essenziale delle prestazioni.  L‘art.4 comma 15 della suddetta norma dispone che “in coerenza con le competenze professionali del beneficiario e con quelle acquisite in ambito formale, non formale e informale, nonché in base agli interessi e alle propensioni emerse nel corso del colloquio sostenuto presso il centro per l?impiego ovvero presso i servizi dei comuni, il beneficiario è tenuto ad offrire nell?ambito del Patto per il lavoro e del Patto per l’inclusione sociale la propria disponibilità per la partecipazione a progetti a titolarità dei comuni, utili alla collettività (PUC), in ambito culturale, sociale, artistico, ambientale, formativo e di tutela dei beni comuni, da svolgere presso il medesimo comune di residenza, mettendo a disposizione un numero di ore compatibile con le altre attività del beneficiario e comunque non inferiore al numero di otto ore settimanali.

“Il progetto messo su dall’Amministrazione comunale - spiega il vice sindaco Gabriella Parente - è stato individuato a partire dai bisogni e dalle esigenze della comunità, tenuto conto anche delle opportunità che le risposte a tali bisogni offrono in termini di crescita delle persone coinvolte. Le attività progettuali vanno intese come occasioni di arricchimento che, a seconda delle finalità e degli obiettivi da perseguire”.

I Sindaci associati riuniti nel Coordinamento Istituzionale del 13.02.2020 hanno definito e condiviso gli atti di indirizzo per l’avvio dei progetti utili alla collettività, decidendo, in conformità al richiamato decreto, che l’amministrazione titolare dei PUC è il Comune, restando ferma e valida l attività di raccordo e supporto dell?Ambito territoriale C08 e dei relativi uffici/servizi.  I PUC costituiscono un’occasione di supporto e integrazione dei servizi già presenti ordinariamente nel territorio e un?opportunità di arricchimento e potenziamento dei soggetti coinvolti. L’Amministrazione comunale di Grazzanise intende fornire gli orientamenti necessari per la predisposizione del PUC, potendo giovarsi in molteplici settori della collaborazione dei beneficiari del reddito di cittadinanza, in ambito culturale, sociale, artistico, ambientale, formativo e di tutela dei beni comuni.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CasertaNews è in caricamento