rotate-mobile
Domenica, 29 Gennaio 2023
Attualità

Peli nei piatti della mensa scolastica: scintille tra assessore e consigliere

Battarra 'minaccia' denunce per le fake news mentre Napoletano invita i cittadini a presentare esposti ufficiali

La foto di un pelo (o di alcuni peli) in un piatto di pasta e lenticchie destinato alla mensa scolastica del plesso Collecini a Sala ha scatenato la dura replica dell'amministrazione comunale guidata dal sindaco di Caserta, Carlo Marino, e la nuova replica del consigliere Pasquale Napoletano. Ma andando per ordine per l'assessore alla pubblica istruzione del Capoluogo, Enzo Battarra, stanno circolando "notizie false sul sistema mensa scolastica. L'Amministrazione provvederà a denunciare il tutto all’autorità giudiziaria competente contro ignoti e contro chiunque diffonderà sui social o su altri media notizie non veritiere oppure vere e proprie fake news, giocando sulla salute dei bambini e sulle tensioni nelle famiglie".

“Ciò che è sicuro - ha detto il delegato alla Pubblica Istruzione - è che già da adesso qualunque genitore può andare a visitare il centro cottura e rendersi conto di come vengano preparati i pasti. Io stesso riprenderò a breve i controlli a sorpresa in cucina, così come già effettuati lo scorso anno, anche insieme con il Sindaco. Inoltre a giorni inizieremo la procedura per costituire la commissione di monitoraggio della mensa scolastica con i genitori e con i rappresentanti dell’azienda preposta alla mensa. In più è operativo già dai primi giorni di ripresa del servizio di refezione scolastica l’indirizzo email per segnalazioni e reclami. Queste sono le procedure accreditate. Inoltre, nei prossimi giorni saranno consegnati agli scolari i kit personali proprio per aumentare la sicurezza ambientale, igienica e sanitaria”.

L'avvocato Pasquale Napoletano, consigliere comunale di Fratelli d'Italia, però ribatte a tono: "L'ottimo assessore-comunicatore comunale Battarra si è innamorato del termine "fake news" e torna a minacciare denunce. Lo prego di cominciare a denunciare non un ignoto, ma me per quanto ho dichiarato e acquisito. Il servizio di refezione scolastica è troppo importante per genitori e alunni casertani per finire in uno show dell'incompetenza. Attendo la notifica della denuncia. Intanto, fin da lunedì svolgerò con ancora più convinzione la mia attività di consigliere comunale e, qualora i coraggiosi genitori e i docenti che hanno già denunciato ai media i gravissimi fatti accaduti lo vorranno, li accompagnerò personalmente a inoltrare i loro esposti a chi di competenza".

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Peli nei piatti della mensa scolastica: scintille tra assessore e consigliere

CasertaNews è in caricamento