“Passeggiate Reali”: percorso sull’Acquedotto Carolino e i Ponti della Valle l'8 maggio 2016

Valle di Maddaloni - Il 29 aprile u.s. è stato firmato dal direttore della Reggia Mauro Felicori e dai dirigenti del Servizio Foreste di Napoli e Benevento Flora Della Valle e Luigi Baccari l’accordo di collaborazione tra la Regione Campania e la...

ponti della valle acquedotto carolino

Il 29 aprile u.s. è stato firmato dal direttore della Reggia Mauro Felicori e dai dirigenti del Servizio Foreste di Napoli e Benevento Flora Della Valle e Luigi Baccari l’accordo di collaborazione tra la Regione Campania e la Reggia di Caserta per il ripristino e la valorizzazione delle “Sorgenti del Fizzo” punto di partenza delle acque che alimentano il sito UNESCO dell’ “Acquedotto Carolino”.

L’iniziativa nasce dalla collaborazione con il vivaio forestale “Fizzo” di Airola gestito dal Servizio Regionale delle Foreste di Benevento. Gli operatori forestali del vivaio bonificheranno l’area delle sorgenti per creare un percorso botanico, paesaggistico e didattico per i visitatori ed in particolare per le scolaresche. Tra le attività previste dall’accordo c’è anche quella della raccolta e successiva germinazione di semi di piante antiche esistenti all’interno della Reggia di Caserta.

Il bosco del Parco della Reggia diventerà un “bosco da seme regionale” ovvero un’area selezionata ed iscritta al Libro Regionale dei Boschi da Seme della Campania, da cui poter prelevare semi con corredo genetico di alberi di oltre cento anni di età con tutti i vantaggi di grande resistenza alle fisiopatie e/o alle malattie parassitarie. L’accordo avrà la durata di cinque anni con lo scopo di valorizzare uno dei più importanti siti UNESCO italiani.

E a proposito dell’Acquedotto Carolino domenica 8 Maggio 2016 si svolgerà la manifestazione “Passeggiate Reali” lungo il percorso che parte dei Ponti della Valle. L’iniziativa rientra nell’ambito delle attività programmate dall’Ufficio Parco ed Acquedotto Carolino della Reggia fino a dicembre. La passeggiata vuole raccontare, tra architettura, paesaggio e storia, la grandiosità dell'Acquedotto vanvitelliano opera di alta ingegneria idraulica ed una delle imprese più importanti compiute dai Borbone.

L'imponente struttura settecentesca realizzata da Luigi Vanvitelli dal 1753 al 1770, nel suo percorso di 38 km attraverso le province di Caserta e Benevento ha approvvigionato diverse popolazioni oltre ad alimentare le fontane e vasche monumentali della Reggia. L'appuntamento per la visita guidata della durata di circa tre ore è alle ore 10 nel piazzale presso i Ponti di Valle vicino al Sacrario che ricorda la battaglia del 1860 combattuta tra l’esercito borbonico e i garibaldini.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

I visitatori saranno accompagnati ad ammirare le arcate e passeggiare inoltre sul camminamento superiore dell'ultimo ordine di archi. (Antimo Raucci)

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
CasertaNews è in caricamento