Party annullato al lido, il Comune smorza le polemiche: "Eventi vietati da luglio"

L'ordinanza del commissario impedisce lo svolgimento di feste. Controlli interforze a Baia Domizia e Baia Felice

I controlli a Baia Domizia e Baia Felice

"I party in spiaggia sono vietati dal mese di luglio". Il Comune di Cellole, guidato dal commissario straordinario Savina Macchiarella, smorza le polemiche suscitate dagli organizzatori di un evento che si sarebbe dovuto svolgere nella serata di venerdì in un lido a Baia Domizia, ma che purtroppo è stato annullato a causa dei restringimenti Covid. A vietare la manifestazioni e gli spettacoli che provocano assembramenti in spiaggia o che comunque non garantiscono il distanziamento interpersonale di almeno 1 metro è l'ordinanza numero 14 firmata l'8 luglio proprio dal commissario prefettizio Macchiarella. Dunque tutte le eventuali autorizzazioni rilasciate a seguito di tale provvedimento risultano giuridicamente irrilevanti.

Intanto nella serata di venerdì tre pattuglie della polizia municipale di Cellole, guidate dal comandante Pierluigi Casale, in collaborazione con i carabinieri, 8 pattuglie della polizia municipale di Sessa Aurunca, una pattuglia della Stradale e una pattuglia in quod, hanno svolto un'attività di controllo di tutti gli esercizi commerciali. Il servizio si è svolto dalle 22 alle 4 sia a Baia Domizia che a Baia Felice. Per fortuna non si sono registrate risse nè affollamenti come capitato nelle scorse settimane.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il terno al Lotto per l'addio a Maradona

  • Vinti 14mila euro nel casertano: centrato un terno al Lotto

  • La Campania può diventare 'zona arancione' nelle prossime 48 ore

  • Lotta ai furbetti senza assicurazione e collaudo, ecco 4 telecamere | FOTO

  • Va in ospedale per una colica renale ma finisce in tragedia: muore 40enne

  • La confessione del magistrato: "Volevo arrestare Maradona per un traffico di droga tra Caserta e Napoli"

Torna su
CasertaNews è in caricamento