Parte il primo centro estivo ad Aversa

L'assessore Tarantino: "E' un’occasione di partecipazione e inclusione per le bambine e i bambini più esposti ai rischi di emarginazione e discriminazione"

Sono iniziate quest'oggi le attività del primo centro estivo promosso dall’assessorato alle Politiche sociali e alla Pubblica istruzione del Comune di Aversa, grazie al contributo ottenuto dal Dipartimento per le politiche della famiglia della Presidenza del Consiglio dei ministri. Il centro è rivolto a bambine e bambini dai 3 ai 14 anni, in situazione di disagio economico o socio-educativo, individuati con il supporto delle istituzioni scolastiche che conoscono capillarmente, come prevede la normativa, i bisogni di socializzazione degli alunni.

Il centro sarà aperto per tre settimane, fino all’avvio dell’anno scolastico: bambine e bambini saranno impegnati in attività ludiche, ricreative e culturali per 8 ore al giorno; è garantito il pasto (tenendo conto di eventuali specifiche esigenze sanitarie e culturali), nonché il trasporto, data la cronica assenza di trasporto pubblico sul nostro territorio. Il centro è tenuto al rispetto assoluto delle misure di sicurezza epidemiologica, in base alle linee guida ministeriali e al protocollo operativo regionale. Il centro estivo si attiva in questo periodo non solo perché il Comune era in attesa del contributo governativo, ma anche perché, com’è nella ratio della materia, deve accompagnare i ragazzi alla ripresa delle attività scolastiche, soprattutto in un momento delicato come quello che stiamo vivendo. Questa misura si affianca a un contributo che il Comune erogherà a quegli Enti che nei mesi precedenti hanno già attivato, nel pieno rispetto delle regole, centri estivi sul territorio cittadino, riconoscendone così la funzione sociale e supportando i maggiori oneri e i minori ricavi derivanti dalle misure di contrasto del Covid-19.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Si tratta di una prima sperimentazione per il Comune di Aversa che fornirà di certo elementi di riflessione per una possibile e auspicabile stabilizzazione dell’iniziativa. “Abbiamo dedicato questa azione a Gianni Rodari, in occasione del centenario della nascita, unendoci alle iniziative nate in tutta Italia e nel mondo - dichiara l’assessore alle Politiche sociali e alla Pubblica istruzione, Ciro Tarantino - Non è un omaggio formale. Questo centro estivo parte pienamente nello spirito e nell’insegnamento della vita e dell’opera di Gianni Rodari, dato che è un’occasione di partecipazione e inclusione per le bambine e i bambini di Aversa più esposti ai molteplici rischi di emarginazione e discriminazione presenti sul nostro territorio". 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Lieve aumento dei contagi nel casertano: ecco i comuni più colpiti della seconda ondata

  • Scuole, il 24 e 25 settembre sarà sciopero: si teme nuovo rinvio dell'apertura

  • I contagi aumentano ancora. Caserta supera Aversa: è la città con più positivi

  • Terremoto a 24 ore dalle elezioni. Candidato sindaco indagato per voto di scambio: "Accuse da mitomani"

  • Record di nuovi contagi nel casertano: mai così tanti in un giorno

  • Nuovo boom di contagi nel casertano, ma crescono anche i guariti

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
CasertaNews è in caricamento