I conti del Comune dividono i revisori: il presidente dà parere negativo, gli altri 2 ‘positivo con riserva’

Giallo a Palazzo Castropignano sulla nota che non era stata inviata ai consiglieri. Il segretario conferma il doppio parere ed annuncia di aver chiesto l'intervento della Prefettura

Il consiglio comunale svoltosi oggi a Caserta

I conti del Comune di Caserta dividono anche il collegio dei revisori ed il parere sul Consuntivo 2018 si tinge di giallo. Da stamattina, mentre era in corso il consiglio comunale, si rincorrevano voci relativamente all’invio di un parere dei collegio dei revisori dei conti sulla seconda delle tre delibere di bilancio che l’amministrazione comunale guidata da Carlo Marino dovrà approvare prima di Natale. 

Gli atti però non sono stati consegnati ai consiglieri comunali e, per questo motivo, nel pomeriggio sono stati chiesti lumi al segretario generale Salvatore Massi. Il quale ha confermato l’esistenza del parere ed ha segnalato come lo stesso sia stato inviato al prefetto di Caserta Raffaele Ruberto per una “importante discrasia”. I revisori, infatti, si sono divisi ed hanno firmato due verbali diversi. 

Uno lo ha sottoscritto il presidente del collegio Giuseppe Fattopace, il quale, dopo aver evidenziato “l’incompletezza del bilancio per mancanza di inventari e lo scarso grado di affidabilità della contabilità economico-patrimoniale”, oltre ad un’altra lunga serie di rilievi, ha espresso parere negativo al Consuntivo 2018

L’altro, invece, lo hanno firmato gli altri due revisori Donato Toriello ed Antonio Tardio, che, pur esprimendo dubbi su alcuni aspetti del bilancio, ha espresso parere positivo con riserva “limitatamente ai risultati della gestione finanziaria mentre riguardo al conto economico ed allo stato patrimoniale - scrivono - non è possibile attestarne la completezza ed attendibilità”.

Ora la patata bollente è stata segnalata alla Prefettura di Caserta che dovrà chiedere, stando a quanto sottolineato dal segretario Massi, un unico verbale al collegio dei revisori “stando a quanto prescrive la legge”. Ma è chiaro che questo potrebbe portare ad un allungamento dei tempi per la convocazione del consiglio comunale per l’approvazione del Consuntivo 2017, Consuntivo 2018 e del previsionale 2019 sui quali pende la diffida del prefetto che scade il 16 dicembre prossimo.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

A ciò va aggiunto che il parere negativo espresso dal presidente del collegio dei revisori ha creato ulteriori tensioni in maggioranza, dove qualche consigliere pare stia iniziando a riflettere sulla "opportunità" di votare un bilancio "non certo perfetto" (come hanno sentenziato, all'unisono, i 3 revisori) iniziando a temere anche per possibili ripercussioni da parte della Corte dei Conti.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragedia in spiaggia: è morto Renato Lamberti

  • Addio Nando: una vita in musica spezzata da un atroce destino

  • Arrivano nel casertano per le vacanze ma sono positivi al coronavirus

  • Muore a 39 anni dopo il drammatico incidente mentre lavora

  • La fortuna bacia il casertano: vinti oltre 130mila al Lotto

  • Coppia di commercianti positivi al coronavirus. E' caccia a tutti i contatti

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
CasertaNews è in caricamento