Lunedì, 22 Luglio 2024
Attualità Capua

Piano parcheggi, in arrivo altri 130 stalli con strisce blu

Le nuove aree di sosta saranno realizzate in punti stratgici della città

La comandante facente funzioni della polizia locale, Patrizia De Ruvo, ha stabilito ieri l'aggiunta di altri 130 stalli per le strisce blu in città, dando seguito alla delibera approvata dalla giunta del sindaco Adolfo Villani. Le nuove aree di parcheggio a pagamento saranno realizzate in diversi punti strategici.

Nel tratto di via Porta Roma, dopo la curva della chiesa "San Giuseppe", in direzione dell'autostrada, saranno tracciati 15 stalli, che inizialmente non erano previsti. Altri 57 stalli saranno realizzati in punti diversi rispetto a quelli inizialmente programmati, mentre in via Mezza Appia saranno disponibili 58 stalli anziché i 94 previsti inizialmente. La tariffa sarà di un euro per ogni ora di parcheggio, frazionabile in 30 minuti.

Fin da ottobre 2021, il commissario prefettizio ha approvato il progetto esecutivo per l'affidamento in concessione della gestione delle aree di sosta a pagamento, comprensive di parcometri e servizi ausiliari, per un periodo di 4 anni. Il progetto prevedeva inizialmente la realizzazione di 873 stalli a pagamento, di cui 459 con tariffa giornaliera di un euro e 414 con tariffa oraria di un euro (frazionabile in 30 minuti), con orario di esercizio dalle 8 alle 20 tutti i giorni, esclusa la domenica.

Venerdì scorso è stata approvata una rimodulazione del progetto per conformarlo al Codice della strada. Il dirigente della polizia locale ha dato il via libera al nuovo progetto, ad eccezione di piazza del Giubileo a Sant'Angelo in Formis, dove il suolo non consente la realizzazione della segnaletica orizzontale. I 1.100 stalli previsti in quell'area saranno realizzati successivamente, dopo che il suolo sarà stato sistemato, poiché attualmente non è pavimentato.

Le modifiche al piano dei parcheggi a pagamento sono state oggetto di critiche da parte dell'opposizione. I consiglieri Fernando Brogna, Massimo Antropoli, Paolo Romano e Anna Vegliante hanno denunciato l'aumento dei posti a pagamento da 280 a 873. Hanno inoltre sottolineato che le aree delle asce blu sono cambiate a seguito delle nuove assegnazioni, e ciò comporta un'alterazione dell'oggetto del contratto stipulato con To Servizi Italia. Ad esempio, sono state eliminate le aree di parcheggio di Chubiles a favore di piazza Ennio, e sono state tollerate modifiche non previste nella procedura di gara.

Le nuove aree di parcheggio a pagamento offriranno maggiori opportunità di sosta ai cittadini di Capua, ma le critiche sollevate dall'opposizione evidenziano la necessità di una maggiore trasparenza e coerenza nella gestione di tali progetti. Sarà importante seguire l'evolversi della situazione e valutare l'impatto di queste modifiche sulle esigenze di parcheggio della città.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Piano parcheggi, in arrivo altri 130 stalli con strisce blu
CasertaNews è in caricamento