rotate-mobile
Attualità

In piazza Pitesti si inaugura la "panchina rossa"

L'iniziativa della Fidapa: simbolo delle donne vittime di violenza

Era il 18 settembre 2016 quando a Lomello, comune in provincia di Pavia, fu posta la prima panchina rossa, colore del sangue, per ricordare tutte le donne uccise. Fu scelta piazza della Repubblica, un luogo simbolico in cui la gente s’incontrava per discutere, scambiandosi idee e notizie. Quella panchina doveva diventare un simbolo su cui riflettere, monito per alcuni e segno d'incoraggiamento per altri.

Da allora, in tante piazze d’Italia sorge una panchina rossa spesso con una dedica incisa. Venerdì 10 giugno, alle ore 18,30 la FIDAPA, sezione di Caserta, inaugurerà una panchina rossa nei giardini di via Gemito, nei pressi della frequentata piazza Pitesti.

Durante la cerimonia, dopo i saluti iniziali della presidente della sezione di Caserta Raffaella Feola, prenderanno la parola l’assessore alle pari opportunità Emilianna Credentino e l’assessore alla cultura Enzo Battarra, nonché l’avvocato Carmen Posillipo presidente dell'associazione "Sos Diritti" da sempre impegnata nella tutela delle donne e dei minori, che porterà la sua testimonianza.

L’Associazione, a proprie spese ha anche ripristinato nel loro colore di origine le altre panchine poste nelle adiacenze della panchina rossa come impegno di cittadinanza attiva.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

In piazza Pitesti si inaugura la "panchina rossa"

CasertaNews è in caricamento