rotate-mobile
Attualità Villa di Briano

Tassa sui rifiuti ‘in anticipo’, è bufera sulla Tari

Della Corte contro il sindaco per il pagamento richiesto a servizio non ancora espletato

“Nelle case dei cittadini di Villa di Briano sono arrivate, almeno, 15 cartelle esattoriali. Ma adesso l’amministrazione si è superato: ha chiesto anche il pagamento della Tari 2019”. E’ questa la denuncia del consigliere comunale di opposizione, capogruppo di ‘Villa di Briano Domani’, Saverio Della Corte, che sottolinea la missione “del sindaco Della Corte e della sua ‘pseudo’ maggioranza di spennare come colombi i cittadini”.

Nell’ultimo anno, direttamente, oppure indirettamente, attraverso il concessionario Sogert S.p.A., sono pervenute nelle abitazioni di tutti i cittadini di Villa di Briano le richieste di pagamento delle bollette per IMU, TIA, TARES, TARI, canoni idrici e depurazione “dal 2011 al 2019”. “Ma il capolavoro dei capolavori delle vessazioni si sta avendo in questi giorni – continua Della Corte -. Infatti il sindaco ha provveduto a far inviare nelle abitazioni dei cittadini, di tutti i cittadini, in anticipo ed a tempo di record la TARI 2019; in buona sostanza questa amministrazione sta chiedendo ai poveri cittadini di Villa di Briano un pagamento di un servizio, quello della raccolta dei rifiuti, senza che il servizio sia stato ancora espletato. Un altro record mondiale di questa ‘Banda Casadei’ della politica nostrana”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tassa sui rifiuti ‘in anticipo’, è bufera sulla Tari

CasertaNews è in caricamento