Pacchi alimentari alle famiglie in difficoltà, le domande partono dal 24 agosto

La nuova misura attivata dal Comune dopo il bonus spesa. Il sindaco Ferrara: "E' grazie ai volontari della Protezione civile e alle aziende che possiamo portare avanti questo ennesimo intervento di aiuto"

Dopo il bonus alimentare, dal 24 agosto 2020 il Comune di San Felice a Cancello attiva la possibilità di richiedere i pacchi alimentari. "Si tratta di una nuova misura volta a sostenere le famiglie in maggiori difficoltà economiche", spiega il sindaco Giovanni Ferrara

Per fare richiesta del pacco alimentare è necessario compilare il modulo di autocertificazione che sará disponibile sul sito del Comune dal 24 agosto, nella sezione modulistica oppure disponibile nella sede del gruppo volontari della Protezione civile in Via Napoli, dal martedì al giovedì dalle ore 10 alle 12. Succesivamente bisognerà e inviare il tutto all’indirizzo protezionecivilesfac@gmail.com con in oggetto “Richiesta Pacco Alimentare - cognome”.

Una volta presentata la domanda, si verificheranno i requisiti. Le domande incomplete (in particolare nella parte su redditi e depositi bancari) o sprovviste di documento di identità non saranno valutate. Successivamente, i pacchi saranno consegnati direttamente ai destinatari da parte dei volontari della Protezione civile. "Ringrazio il gruppo volontari della Protezione civile e le aziende fornitrici di aiuti alimentari che ci permettono di portare avanti questo ennesimo intervento di aiuto", ha affermato il sindaco Ferrara.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Vince il concorso ma rinuncia al lavoro in Comune a tempo indeterminato

  • Klaus Davi fa ballare la techno al figlio di Sandokan per pubblicizzare il nuovo libro | VIDEO

  • Nel casertano un salvadanaio da 2,4 milioni di euro depositati alle Poste

  • Vincita da 10mila euro: festa in ricevitoria

  • Ex carabiniere si lancia con l'auto contro la caserma: fermato

  • Lutto a scuola, muore professoressa di 56 anni

Torna su
CasertaNews è in caricamento