"Medici inviati nei reparti Covid, l'ospedale resta senza cardiologi"

La denuncia dei consiglieri comunali di opposizione: "Si garantisca il medico h24 all'ospedale"

"L'ospedale di Marcianise è senza cardiologi". E' questa la denuncia dei consiglieri comunali di opposizione con un documento inviato al Presidente della Giunta Regionale Vincenzo De Luca; al Presidente del Consiglio Regionale Gennaro Oliviero; ai consiglieri regionali Maria Luigia Iodice e Gianpiero Zinzi e al Direttore Generale dell’Asl di Caserta Ferdinando Russo. A firmare la missiva Dario Abbate, Anna Arecchia, Paola Foglia, Raffaele Guerriero, Giuseppe Moretta, Antimo Rondello, Pasquale Salzillo, Alessandro Tartaglione e Antonio Tartaglione.

I consiglieri di Marcianise sottolineano che "dalla prossima settimana all'ospedale di Marcianise durante la notte e nei weekend non ci sarà più il cardiologo di turno. La Direzione Generale dell'Asl, infatti, ha disposto l'accorpamento dei reparti di Medicina e Cardiologia con riduzione del personale per reperire medici ed infermieri da inviare nei reparti Covid. In conseguenza di questo provvedimento i posti letto della Cardiologia dell’ospedale di Marcianise saranno dimezzati ed alcuni cardiologi saranno trasferiti negli Ospedali Covid. La riduzione del personale medico della Cardiologia comporterà la sospensione della guardia cardiologica durante la notte e nei giorni festivi e prefestivi con l’effetto che i pazienti con infarto, aritmie gravi e scompenso cardiaco acuto, che si recheranno al Pronto soccorso di Marcianise di notte o nei giorni festivi, non potranno essere assistiti e curati dal cardiologo".

Secondo gli esponenti della minoranza consiliare di Marcianise "il provvedimento potrebbe avere conseguenze drammatiche ed arrecare disagi irreversibili in conseguenza del fatto che, negli ultimi mesi, dopo la chiusura del Pronto soccorso di Maddaloni e Santa Maria Capua Vetere diventati ospedali Covid, l'accesso dei cardiopatici al Pronto soccorso di Marcianise è aumentato in modo esponenziale. Riteniamo indispensabile la permanenza di una adeguata guardia cardiologica nel locale Ospedale di Marcianise. Esso e quello di Aversa rappresentano gli unici 2 presidi sanitari rimasti a sud di Caserta. Facciamo un appello alle autorità affinché si adoperino con urgenza per scongiurare un provvedimento organizzativo così penalizzante per i cittadini e affinchè sia garantita la presenza del cardiologo H24 nel presidio ospedaliero di Marcianise".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ex carabiniere si lancia con l'auto contro la caserma: fermato

  • Oltre 900 nuovi casi e 3 vittime del Covid. Aumenta percentuale positivi

  • Scoperti i furbetti del cartellino all’Asl, sospesi 13 dipendenti

  • Il casertano piange 24 vittime: un morto all'ora per Covid in una sola giornata

  • Morti altri 8 pazienti ricoverati col Covid: 589 nuovi positivi nel casertano

  • Quasi 2mila guariti nel casertano. Cala percentuale dei positivi

Torna su
CasertaNews è in caricamento