Campolattano accusa Zinzi: "Il padre e Caldoro hanno smantellato l'ospedale"

L'esponente di Italia Viva accusa il consigliere della Lega: "Maddaloni non sarà terra di conquiste"

Angelo Campolattano

"Il potere della campagna elettorale: dopo essere stato assente completamente per cinque anni da Maddaloni, oggi il consigliere leghista Zinzi viene nella nostra città: lancia proclami e promesse sull’ospedale credendo così di farci dimenticare il passato e le azioni promosse dalla sua parte politica per smantellare il nostro presidio".

A puntare il dito è il consigliere di Italia Viva Angelo Campolattano che critica aspramente le parole del presidente della commissione Terra dei fuochi pronunciate in conferenza stampa. "Ricordo a me stesso che lo svuotamento dell’ospedale a vantaggio di Marcianise porta la firma del presidente della Provincia Domenico Zinzi e del presidente della Regione Stefano Caldoro – ha sottolineato Campolattano – a distanza di qualche anno, con la complicità forte di alcuni nostri concittadini, Zinzi viene a Maddaloni a lanciare slogan senza dire, però, qual è la sua idea sull’ortopedia, sul punto nascite che il nostro ospedale ha perso nell’azione di svuotamento. Purtroppo le colpe sono da dividere equamente anche chi è arrivato dopo dal momento che non ha fatto nulla per rilanciare l’ospedale. Lo scotto pagato di non avere un consigliere regionale Maddalonese per noi è stato pesantissimo visto che altrove gli onorevoli locali hanno difeso il territorio".

Campolattano rivendica il lavoro svolto in questi mesi per rilanciare l’ospedale di Maddaloni. "Siamo stati molto critici con il piano ospedaliero regionale – ha sottolineato Campolattano – quando questo ha ridimensionato ulteriormente Maddaloni. Siamo riusciti a fermarne l’attuazione rimettendo in discussione scelte sbagliate fatte governo e regione. Abbiamo trasformato in un’opportunità per l’ospedale la tragedia per la pandemia ottenendo l’impegno da parte del presidente della Regione De Luca e del manager dell’Asl Russo di avviare un’azione di potenziamento dell’ospedale dopo l’emergenza Covid. In un colloquio personale avuto con il direttore generale ho ottenuto l’impegno di avere a Maddaloni tre specializzazioni con primari di spessore in modo da avere ricadute immediate sull’ospedale. Non permetteremo quindi che Maddaloni diventi terra di conquista per la Lega e per i suoi uomini dopo che gli stessi sono stati la causa dei problemi che ha vissuto il nostro ospedale. Sono convinto che, comunque, i cittadini questo lo sanno bene e non si lasceranno abbindolare dalle chiacchiere dei Leghisti".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il terno al Lotto per l'addio a Maradona

  • Va in ospedale per una colica renale ma finisce in tragedia: muore 40enne

  • Lotta ai furbetti senza assicurazione e collaudo, ecco 4 telecamere | FOTO

  • Scoperti i furbetti del cartellino all’Asl, sospesi 13 dipendenti

  • Il casertano piange 24 vittime: un morto all'ora per Covid in una sola giornata

  • Imprenditore casertano ubriaco alla guida uccide 37enne

Torna su
CasertaNews è in caricamento