rotate-mobile
Attualità Marcianise

Diossina a livelli "molto alti", l'area dell'incendio diventa "off-limits"

Il sindaco blocca la circolazione su tre strade e ferma l'attività di 8 aziende. I dati sulle diossine preoccupano per l'area a ridosso dello stabilimento Lea

Stop alle attività industriali e all’accesso alle strade nell’area della zona Asi attorno allo stabilimento della Lea andato a fuoco in un incendio venerdì 26 ottobre. Il sindaco di Marcianise Antonello Velardi ha firmato ieri sera l’ordinanza che di fatto blocca l’attività di otto aziende che operano in zona, già in parte fermate dai vigili del fuoco nell'immediatezza dell'incendio.

Il divieto di accesso riguarderà invece via Giacosa, via Pirelli e via Piaggio. Un provvedimento, spiega Velardi, “adottato su richiesta dell'Asl che ha, a sua volta, ricevuto i dati dell'Arpac, al Comune peraltro mai trasmessi. I dati indicano valori molto alti di diossina in una zona larga trecento metri, nei pressi dello stabilimento andato a fuoco”.

“Venerdì prossimo saranno effettuati nuovi esami dell'aria – annuncia il sindaco - sulla scorta degli aggiornamenti che spero siano tempestivi, provvederò a revocare o meno l'ordinanza. Si tratta di valori della diossina abbastanza alti e ciò è molto negativo. Ma secondo l'Asl la zona rossa è molto limitata; in ogni caso alcun problema è segnalato nel centro urbano dove i valori sono ritenuti nella normalità”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Diossina a livelli "molto alti", l'area dell'incendio diventa "off-limits"

CasertaNews è in caricamento