menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

De Luca ‘salva’ i matrimoni fino al 4 ottobre: “Ma ai tavoli solo parenti”

Il chiarimento dopo l’ordinanza che aveva fatto temere il blocco di nozze, battesimi e comunioni

I matrimoni, così come i battesimi e le comunioni in Campania sono “salvi” almeno fino al 4 ottobre. Lo ha chiarito il presidente della Regione Vincenzo De Luca con un chiarimento all’ordinanza numero 75 firmata oggi, con la quale, oltre a bloccare la vendita di alcol da asporto dalle ore 22, aveva anche definito per feste e ricevimenti un numero massimo di 20 persone. Nel nuovo atto amministrativo ufficializzato in serata, si chiarisce che “con esclusivo riferimento alle feste e ricevimenti già organizzati ed in programma fino al 4 ottobre 2020, fermo restando l'obbligo di osservanza delle misure precauzionali sopra citate, l'indicato limite numerico non opera ove l'evento si svolga in forma statica (con soli posti a sedere preassegnati), con esclusione di buffet. La composizione dei singoli tavoli dovrà prevedere la partecipazione di soli congiunti”. Inoltre “il limite numerico di 20 partecipanti previsto dall'Ordinanza non si applica alle celebrazioni religiose, per le quali sono dettate apposite disposizioni per lo svolgimento in sicurezza nel Protocollo allegato al DPCM 7 agosto 2020”. Ed infine “il limite massimo di 20 partecipanti è riferito allo svolgimento di singole feste o ricevimenti e non costituisce limitazione ai "coperti" degli esercizi di ristorazione destinati all'utenza ordinaria, che non presenta rischi di assembramenti e di multipla e prolungata interazione personale tipica degli eventi con partecipazione di invitati”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Lite mamma-prof ripresa in un video: “Incomprensioni superate”

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CasertaNews è in caricamento