Arriva la carica di Jovanotti, multe fino a 5mila euro per le bottiglie in vetro

Sanzioni salatissime per la vendita e detenzione di bevande nella zona del concerto al 'Flava beach'

No alla vendita e alla detenzione di bevande, in particolare alcolici, in contenitori di vetro e lattina in occasione del concerto di Jovanotti di sabato 13 luglio sulla spiaggia del ‘Lido Fiore - Flava beach’ di Castel Volturno.

Il provvedimento è stato firmato dal sindaco della città castellana Luigi Petrella per mettere un freno alla possibilità che l’abbandono incontrollato delle bottiglie di vetro, o peggio del loro utilizzo come ‘arma’ in caso di risse, possa provocare episodi pericolosi per l’incolumità pubblica.

L’ordinanza emessa nella giornata di giovedì dal primo cittadino è valida dalle 7 di sabato alle 5 del mattino di domenica nelle aree interessate dal concerto di Jovanotti, che ha fatto già registrare il tutto esaurito con migliaia di fans di Lorenzo Cherubini già pronti a ballare e cantare i ‘tormentoni’ del cantante.

Il divieto di vendita e detenzione in particolare si applica “in tutta la zona comunale e demaniale compresa nel perimetro di 500 metri interni ed esterni dall’area della manifestazione”, compresa la statale Domiziana. In caso di accertamento della violazione, i trasgressori saranno sanzionati con multe che vanno dai 200 ai 5mila euro.

Ma non solo. Una seconda ordinanza firmata dal sindaco Petrella vieta infatti in parte la fruibilità dell’arenile dalle 16 alla mezzanotte di sabato sull’area antistante il lido Pedana e il lido Fiore.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Le auto di lusso del "signore della cocaina" nascoste in un garage casertano

  • La Dea Bendata bacia Caserta con una quaterna da 124mila euro

  • Scuole chiuse in provincia di Caserta: ecco i sindaci che hanno già firmato

  • “Un Mose anche per Caserta”. La foto che fa il giro del web

  • Benzina 'truccata', la finanza sequestra distributore di carburante

  • Il convento delle suore finite sotto indagine diventa proprietà del Comune

Torna su
CasertaNews è in caricamento