“Antonella, non doveva finire così”. Amici sotto shock dopo la strage familiare

Il ricordo commosso degli amici di Antonella, vittima della furia omicida del marito finanziare

Antonella Laurenza, vittima della follia omicida del marito

“Non ci sono parole”. È una tragedia impossibile da digerire quella avvenuta nel pomeriggio di giovedì a Vairano Patenora, dove il diabolico piano omicida del finanziere Marcello De Prata, maresciallo delle fiamme gialle in servizio al comando provinciale di Napoli, è costato la vita alla moglie Antonella Laurenza e alla cognata Rosanna.

Senza parole sono rimaste le amiche di Antonella, uccisa dal marito che non poteva accettare la sua decisione di divorziare dopo le continue liti. Una tragedia che ha sconvolto la piccola comunità, che ha distrutto in pochi minuti di lucida follia più famiglie. Un agguato nella cartolibreria della famiglia Laurenza che poteva costare la vita anche ai genitori di Antonella, rimasti feriti nel raid armato di De Prata, che ha poi terminato il suo eccidio rivolgendo contro di sé la pistola e premendo il grilletto.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Sconvolti gli amici di Antonella, 45 anni, e di Rosanna, già presidente dell’Azione Cattolica diocesana. “Non doveva finire così”, è stata la reazione a caldo di un amico, giunto sul luogo della strage familiare come tanti cittadini di Vairano, allertati dagli spari nella cartolibreria di via Roma. Una ragazza gentile, Antonella, “la porterò sempre nel mio cuore”, è il ricordo di un’amica. “Questa notte non sono riuscita a dormire, pensando all'accaduto, alla tragedia di questo gesto folle compiuto da un marito”, è il pensiero di Katia, ancora sconvolta per il folle gesto omicida di De Prata. “Non si può accettare un dolore così, non si può accettare un gesto così – scrive Monica- speriamo che ciò non avvenga più”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Caterina Balivo ad Aversa tra piatti da lavare e gran caldo

  • Violento temporale sul casertano: strade allagate. E' già caos | FOTO E VIDEO

  • Bomba di caldo, ecco le città casertane più ‘hot’. Ma c'è in arrivo la pioggia

  • Il pentito: "Ho permesso di spacciare nella piazza che i Belforte mi avevano lasciato dopo gli omicidi"

  • Tra i rifiuti spunta una fattura: vigili urbani incastrano il "mago delle cantine" | FOTO

  • Trasforma la tettoia in mansarda, 'condannato' dal giudice

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
CasertaNews è in caricamento