Lunedì, 20 Settembre 2021
Attualità

La morte di Gennaro. Il vescovo ai ragazzi: “No alle ritorsioni”

Lagnese: “Fermatevi a riflettere, questi episodi non devono ripetersi”

Gennaro Leone ucciso da un coetaneo

Un pensiero alla famiglia di Gennaro Leone ed un altro verso i ragazzi, in particolare per gli amici del 18enne morto sabato sera in via Vico. E’ il messaggio che il vescovo di Caserta Pietro Lagnese ha mandato domenica sera, durante la Messa celebrata a Briano, in occasione della festa di Sant’Anna.

L'omicidio di Gennaro: fermato un coetaneo

Invitando i presenti alla preghiera monsignor Lagnese così si è espresso: “Ci addolora tantissimo la notizia della morte del diciottenne Gennaro Leone, coinvolto in una rissa questa notte in via Vico, nel centro storico di Caserta. Esprimo tutta la mia partecipazione al dolore che ha colpito la famiglia del giovane deceduto, assicurando per lui e per i suoi cari la mia preghiera”.

Nel costatare un aumento di atti violenti e azioni vandaliche sulle strade del territorio casertano, mentre ha deprecato ogni forma di violenza, il Vescovo, al fine di garantire la sicurezza di tutti, ha domandato più presenza e controllo sulle strade e nelle piazze. “Chiediamo inoltre - ha concluso Lagnese - a quanti sono sconvolti per l’insano gesto, di mettere da parte ogni forma di pericolosa ritorsione e, a tutti, di fermarsi a riflettere, affinché tali episodi non abbiano più a ripetersi”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La morte di Gennaro. Il vescovo ai ragazzi: “No alle ritorsioni”

CasertaNews è in caricamento