menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Le proteste dei lavoratori Multicedi

Le proteste dei lavoratori Multicedi

Offese all'azienda su Facebook, sindacalista sospeso

Clima incandescente alla Multicedi prima di Capodanno: lettera di contestazione a due dipendenti dopo le proteste

"Due contestazioni disciplinari con sospensione cautelare dal lavoro sono state notificate in queste ore ad altrettanti lavoratori iscritti alla nostra organizzazione sindacale da parte della Multicedi di Pastorano". E' la denuncia che arriva dal sindacato Usb all'indomani delle proteste contro i propositi di esternalizzazione e per la rivendicazione di diritti sindacali di cui i due operai sono stati tra i protagonisti più attivi.

"In particolare - prosegue la nota del sindacato - uno dei due, ricopre il ruolo di Rsa dell'Unione sindacale di Base all'interno dell'azienda. Il sapore strumentale delle accuse mosse lascia poco spazio alle interpretazioni. Le misure, infatti, sarebbero formalmente motivate da presunti commenti denigratori rilasciati su Facebook e arrivano in un momento di pessime relazioni tra le parti. Vogliamo ricordare che, con un comunicato dello scorso 16 dicembre, Multicedi aveva di fatto chiuso unilateralmente ogni spiraglio di dialogo provocando il prosieguo delle iniziative di lotta, trincerandosi dietro un atteggiamento di negazione di qualsiasi agibilità sindacale. Fin dall'ingresso di Usb in azienda, la concezione padronale che Muticedi esprime nella relazione con i propri dipendenti si è manifestata continuamente in un atteggiamento oppositivo, che è andato dalla negazione del diritto all'assemblea fino ai provvedimenti disciplinari contro i sindacalisti di oggi. Atti che giudichiamo gravissimi in quanto fortemente lesivi del diritto alla libertà sindacale. Da parte nostra non possiamo fare altro che denunciare questo clima ottocentesco, nel quale si applicano contratti capestro e dove si tratta solo con sindacati di comodo che non fanno troppe domande. Siamo determinati ad andare avanti - concludono - Difenderemo in tutte le sedi i lavoratori sotto attacco e continueremo a combattere questa nostra battaglia di dignità e giustizia senza fare un passo indietro". 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Quaterna da sballo ad Aversa: vinti 120mila euro

Attualità

Il Tar annulla l'ordinanza di De Luca sulla chiusura delle scuole

Attualità

Maestra positiva al Covid: chiusa la scuola

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CasertaNews è in caricamento