Giovedì, 29 Luglio 2021
Attualità

Un nuovo sacerdote per la diocesi di Caserta dopo 5 anni

Don Antonio Coscia sarà ordinato prete da monsignor Lagnese: "Segno della Provvidenza per la nostra Chiesa"

Don Antonio Coscia con monsignor Lagnese

E’ grande festa in Diocesi, a Caserta. Arriva un novello sacerdote per la comunità diocesana. Sarà ordinato domani, lunedì 28 giugno, alle 20, nella cattedrale di piazza Duomo, per l’imposizione delle mani di monsignor Pietro Lagnese, Vescovo di Caserta. Don Antonio Coscia, nato a Caserta l'8 ottobre 1986, originario di Marcianise, è consacrato presbitero cinque anni dopo l'ultima ordinazione, quella di don Antonio Traviso, il 23 aprile 2016. E’ perciò una grande festa per la diocesi. Adesso ci sono ben altri quattro seminaristi in seminario.

Dopo essersi maturato come ragioniere presso l'Istituto Tecnico di Marcianise "Padre Salvatore Lener", un eminente gesuita; don Antonio ha conseguito la laurea in Economia all'Università "Luigi Vanvitelli" a Capua e ha effettuato gli studi teologici a Posillipo, a Napoli. Mentre adesso sta frequentando la licenza in Diritto Canonico all'Università Lateranense a Roma. "E’ una gioia grande che a poco più di 5 mesi dal mio ingresso in Diocesi - spiega Monsignor Lagnese - ho la fortuna di poter ordinare un sacerdote e spero sia il segno della Provvidenza per la nostra Chiesa. Ho desiderio, naturalmente, di promuovere le vocazioni sacerdotali e sono felice di questa possibilità giuntami dal Signore. Conosco Antonio, è un caro ragazzo. Ho potuto conoscerlo bene in questi cinque mesi e credo che farà bene. Un ricordo va ovviamente a monsignor D'Alise: la vocazione di Antonio è un suo frutto. Lo aveva ordinato diacono e avrebbe voluto certamente ordinarlo presbitero e l'intera comunità gli è riconoscente per la sua passione pastorale".

don antonio coscia (1)-2

Dopo l'esperienza nella parrocchia di origine, la chiesa di San Simeone Profeta a Marcianise, cresciuto con l’allora parroco don Gaetano Iaderosa, e quella lavorativa presso uno studio commercialistico; don Antonio inizia l'anno propedeutico al seminario di Pozzuoli e fa ingresso nel Seminario Maggiore di Posillipo nel 2014, con gli studi filosofico-teologici presso la sezione San Luigi della Pontificia Facoltà Teologica dell'Italia Meridionale di Napoli. Durante la formazione ha svolto il tirocinio pastorale prima a San Nicola la Strada, nella Parrocchia Santa Maria degli Angeli, e, negli ultimi 4 anni, presso la Parrocchia San Clemente Papa e Martire in San Clemente di Caserta.

Terminata la formazione in seminario, in concomitanza al tirocinio pastorale nella comunità di San Clemente, è stato affianco prima a Monsignor Giovanni D'Alise, che lo ha ordinato diacono il 15 settembre 2020, e poi a Monsignor Pietro Lagnese, come cerimoniere durante le celebrazioni. Attualmente è notaio del Tribunale Ecclesiastico diocesano e notaio di Curia. Contemporaneamente alla sua ordinazione, da oggi, sulle pagine social della Diocesi, ci saranno una serie di testimonianze vocazionali dei seminaristi diocesani, per fare festa e riflessione intorno al tema delle vocazioni. Durante gli scorsi giorni la Diocesi ha celebrato la settimana per le vocazioni, in preparazione al lieto evento.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Un nuovo sacerdote per la diocesi di Caserta dopo 5 anni

CasertaNews è in caricamento