menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Il segretario cittadino del Pd Francesco Gatto

Il segretario cittadino del Pd Francesco Gatto

Nuova giunta, Gatto: "Nessuno scandalo, scelte persone competenti"

Il segretario cittadino del Pd ribadisce la fiducia del partito nei confronti dell'amministrazione targata Golia

“La voglia di cambiamento che ha portato il centrosinistra e Alfonso Golia alla vittoria elettorale delle scorse amministrative è tuttora presente nella città di Aversa e nell’amministrazione comunale, lo zainetto rosso non era una patente di comunismo ma il simbolo di una nuova stagione politica che va avanti con ancor maggiore determinazione”. A dichiararlo è il segretario cittadino del Partito democratico Francesco Gatto.

“Il sindaco, ancora una volta, ha scelto seguendo la logica delle competenze di cui necessita la città in questa delicata fase dove bisogna necessariamente pianificare la ripartenza dopo la chiusura del coronavirus - continua - Non comprendo chi grida allo scandalo perché Francesca Sagliocco è stata assessore al bilancio dell’amministrazione De Cristofaro, a loro ricordo che rassegnò le dimissioni perché la sua linea tecnica non era compatibile con gli obiettivi politici di quella amministrazione comunale. Neanche la nomina di Caterino ha cambiato l’impostazione scelta dal sindaco, Elena è da sempre in prima linea sulle tematiche che riguardano l’ambiente e l’ecologia, in questi mesi è uscita in strada, ha lottato ogni giorno contro le inefficienze della raccolta rifiuti e contro l’inciviltà di alcuni cittadini".

"Ma la polemica politica interessa poco agli aversani, ora è il momento dell’azione - sottolinea Gatto - Il Partito democratico è stato e sarà sempre a supporto di questa amministrazione e leggere alcune dichiarazioni disfattiste e allo stesso tempo autolesionistiche ci porta indietro di vent’anni, quando una certa sinistra pur di non avviare un serio confronto interno volto al superamento di posizioni distanti preferì consegnare la città nelle mani del centrodestra, dando vita allo scempio amministrativo durato quattro lustri. Noi ci abbiamo sempre creduto, durante questi lunghissimi anni abbiamo lottato giorno dopo giorno affinché la nostra amata città tornasse ad essere un’eccellenza in provincia di Caserta, sotto il profilo storico, culturale e sociale. Abbiamo sempre creduto che Aversa potesse tornare a risplendere di luce propria, scevra da ogni forma di logica affaristico-clientelare e la scorsa primavera, con lo straordinario risultato ottenuto, si è concretizzato il sogno in cui abbiamo sempre creduto".

"Di una cosa sono certo: non commetteremo gli errori del passato, non riconsegneremo nelle mani del centrodestra le chiavi della città, perché a differenza di qualcuno che ci ha preceduto sentiamo il peso della responsabilità di chi ha creduto in noi e anteponiamo il bene della città a qualsiasi altra cosa”, conclude il segretario cittadino del Pd di Aversa.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Bambina positiva, in quarantena compagni e 6 insegnanti

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CasertaNews è in caricamento