rotate-mobile
Attualità Casal di Principe

Travolto e ucciso in scooter, la mamma si candida: “La città deve diventare sicura”

Nunzia Covelli, madre del 15enne Ciro Modugno, in campo a sostegno di Lia Caterino

“Lotterò affinché siano garantiti dei punti di riferimento ai giovani del territorio, quando incontro dei ragazzi davanti al bar a Casal di Principe loro mi confidano che, purtroppo, non ci sono altri svaghi, altri luoghi di aggregazione in città. La mia candidatura vuole rompere con questa prassi”. Così Nunzia Covelli, la madre di Ciro Modugno, il quindicenne investito e ucciso a Casal di Principe il 10 ottobre del 2021.
 

Nunzia Covelli – referente territoriale dell’associazione “Mamme coraggio, vittime della strada” - ora si candida nella lista a sostegno di Lia Caterino sindaco al Comune di Casal di Principe. “La tragedia di mio figlio ha sconvolto la mia vita – continua Nunzia – ma non voglio che accada più una cosa del genere. Il mio mettermi in gioco è una reazione a tutto ciò che è successo, Casal di Principe deve diventare una città sicura, capace di accogliere adolescenti e giovani senza incorrere in pericoli. Io non ho ancora ottenuto giustizia a tre anni dalla morte di mio figlio, non deve più accadere. C’è ancora un processo in corso. Ora, nel nome di Ciro, organizzo partite di calcio, eventi e feste nel suo nome e per il diciottesimo compleanno che non festeggerà mai, con i suoi amici, ho deciso di organizzare una festa. Ecco, io vorrei una Casal di Principe più inclusiva e garante del sano divertimento dei giovani, magari con spazi nuovi”.
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Travolto e ucciso in scooter, la mamma si candida: “La città deve diventare sicura”

CasertaNews è in caricamento