Nubifragi e tromba d'aria, dichiarato lo stato di calamità naturale

Il Comune ha chiesto fondi alla Regione Campania per gli interventi necessari dopo i violenti acquazzoni

I danni causati dalla tromba d'aria a Casal di Principe

Il Comune di Casal di Principe dichiara lo stato di calamità naturale dopo le tremende piogge dei giorni scorsi, che hanno danneggiato (e non poco) attività commerciali e case private dei cittadini casalesi. La giunta infatti ha sottolineato la presenza di questa tromba d'aria che ha causato alla viabilità, al cimitero comunale, ad edifici pubblici e privati, nonché ad attività agricole, commerciali e produttive molteplici danni. C'è stata la rimozione dei tetti, manti di impermeabilizzazione e pensiline di diverse abitazioni; abbattimento di numerosi pali della pubblica illuminazione; sradicamento di alberi di alto fusto di proprietà pubblica e proprietà private; danni alle cappelle gentilizie, uffici del custode e tombe presso il cimitero comunale; allagamento dei terreni privati; sversamento dei fossati di raccolta su proprietà private e strade pubbliche con trascinamento di detriti solidi e fangosi; rottura di reti di deflusso delle acque reflue; sconnessione, cedimenti e innalzamento pavimentazioni stradali; intasamento delle condotte a seguito di oggetti estranei trascinati dalle acque; trascinamento e danni ad autoveicoli, recinzioni, allestimenti di aree esterne; caduta di rami ed abbattimento di grosso albero in un parco cittadino. 

La richiesta di calamità naturale arriva perché "si è dovuto disporre, nell'immediatezza, interventi di somma urgenza non fronteggiabili con i mezzi e i poteri dell’Amministrazione Comunale in regime di ordinarietà, anche per prevenire ulteriori danni e disservizi a carico di beni pubblici, delle infrastrutture oltre che dei veicoli transitanti sulle strade, delle abitazioni private insistenti nelle aree maggiormente interessate dai fenomeni metereologici avversi ed eccezionali".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

E difatti si chiede un "sostegno finanziario" alla Regione Campania per gli interventi di riparazione dei danni.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coprifuoco in Campania, De Luca firma l'ordinanza. Tutti a casa dopo le 23 per 20 giorni

  • Il contagio dilaga nel casertano: 4 morti e 576 nuovi casi. Positivo un tampone su 3

  • Troppi contagi: "Marcianise sarà dichiarata zona rossa"

  • De Luca firma un'altra ordinanza dopo il DPCM di Conte: aperti solo nido e asili, Elementari e Medie con la Dad

  • Coronavirus, 318 nuovi casi nel casertano: positivo il 20% dei tamponi

  • Muore un altro paziente che aveva contratto il virus nel casertano

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
CasertaNews è in caricamento