rotate-mobile
Mercoledì, 8 Febbraio 2023
Attualità

Negozi al buio su corso Trieste per un blackout

Per il Ponte dell’Immacolata pienone anche a Caserta

Negozio al buio su corso Trieste per un blackout. E’ quanto accaduto nel pomeriggio di oggi, primo sabato del periodo natalizio, in pieno centro a Caserta. Le attività commerciali poste in un traffico dell’area a traffico limitato sono rimaste senza corrente per diverse ore nel pomeriggio a causa di un guasto che ha tardato ad essere riparato.

Intanto per il Ponte del’Immacolata è stato registrato il pienone anche a Caserta, così nel resto della Campania, dove si stimano incassi, sino a circa 55 milioni di euro, dei quali 25 solo a Napoli. "Siamo molto soddisfatti - commenta Vincenzo Schiavo, presidente di Confesercenti Campania e vicepresidente nazionale con delega al Mezzogiorno - perché si tratta di dati eccezionali nonostante il maltempo. Si tratta di un long weekend, dal momento che gran parte dei turisti ha deciso di arrivare a Napoli il 7 dicembre sera. Il riempimento delle strutture ricettive è mediamente per 3-4 notti e in media sul 93% per Napoli e le zone turistiche, con gli altri capoluoghi, Avellino, Caserta, Salerno e Benevento, che tengono più che bene. L'incremento per il settore alberghiero rispetto a un anno fa è stato importante: Napoli fa da traino, con vari sold out negli alberghi e nei B&B nel centro storico, ma percentuali di 95/97% nelle altre zone di interesse turistico-culturale, fino a scendere, con media comunque sopra il 90%. Ma in tutta la Campania si registrano percentuali di riempimento alberghiero ed extralberghiero molto importanti. Lo stesso dicasi per la ristorazione e per il commercio, senza dimenticare il restante comparto turistico, tra autobus, guide, accompagnatori e tutto ciò che riguarda tale mondo. In questo weekend in Campania ci sono centinaia di migliaia di turisti, nonostante il maltempo, che non sta favorendo l'affluenza di visitatori, e i Mondiali in Qatar, che trattengono a casa davanti alla Tv molti residenti appassionati di calcio".

Più che soddisfacente anche l'indotto economico anche per il commercio: "A Napoli - aggiunge Vincenzo Schiavo - su 25 milioni di fatturato il 25%, oltre 5 milioni, è stato o sarà incassato dal commercio, tra lo shopping, i souvenir e i capi made in Campania, eccellenze della nostra regione. In assoluto Napoli- secondo le nostre stime - è tra le prime città italiane per riempimento alberghiero e per affluenza di turisti. Un dato confortante per le nostre aziende vista la crisi economica e il caro bollette".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Negozi al buio su corso Trieste per un blackout

CasertaNews è in caricamento