rotate-mobile
Lunedì, 29 Novembre 2021
Attualità

Navigator in standby, scatta la protesta in Regione

I vincitori di concorso messi in "stallo" da De Luca che non ha ancora firmato la convenzione

Ci saranno anche gli 80 navigator casertani domani, lunedì 22 luglio, nei pressi della Regione Campania per protestare contro la mancata firma del Governatore Vincenzo De Luca. Dopo l’intesa raggiunta in Conferenza Unificata, la Campania è rimasta l’unica Regione in Italia a dover ancora firmare la Convenzione con ANPAL Servizi S.p.A.

La firma della Convenzione è fondamentale perché consente di avviare, anche in Campania, la “seconda fase” del Reddito di Cittadinanza, garantendo maggiore occupazione, incentivi alle imprese e un rafforzamento generale delle politiche attive del lavoro, di cui si occuperanno i 471 vincitori del concorso in Campania.

“Nella nostra Regione infatti – hanno detto i navigator campani - c’è il più alto numero di percettori di Reddito in Italia, oltre novantamila nuclei familiari. Negare la firma della Convenzione significherebbe non garantire i livelli minimi essenziali di prestazioni (LEP) ai cittadini campani, creando così una ingiustificata situazione di disparità di trattamento rispetto alle altre Regioni”.

E continua la delegazione casertana: “Se la Regione Campania non dovesse firmare, anche noi 80 vincitori per la Provincia di Caserta saremo danneggiati perché ci sarà negata la possibilità di svolgere un lavoro che abbiamo ottenuto superando in totale trasparenza un concorso di livello nazionale”.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Navigator in standby, scatta la protesta in Regione

CasertaNews è in caricamento