Giovedì, 17 Giugno 2021
Attualità

L’associazione Acquapulita nasce con la ‘benedizione’ del vescovo Nogaro

Il sodalizio si impegnerà nella tutela della purezza dell’acqua

Il vescovo emerito Raffaele Nogaro

Una nuova realtà associativa casertana, nata lo scorso 4 giugno presso la residenza del vescovo emerito di Caserta, padre Raffaele Nogaro. Sono 19 i soci fondatori di ‘Acquapulita’, associazione di volontariato apartitica e senza scopi di lucro che ha come finalità principale “la tutela della purezza dell’acqua destinata al consumo umano, in quanto bene primario ed essenziale per la vita”.

A farne parte come soci fondatori sono Nicola Ciaramella, Concetta D’abbraccio, Anna D’amelio, Mariano De Matteis, Gianluigi De Simone, Rocco Gallo, Antonio Giannotti, Maria Angela Graziano, Giovanna Liotta, Nicola Lombardi, Marco Mangazzo, Raffaele Nogaro, Domenico Pennino, Gaetano Rivezzi, Mariamaddalena Samaria, Nicola Santagata, Gianfranco Tozza, Maria Giovanna Tramontano e Mario Vecchiato.

“L’ambito di riferimento dell’azione dell’associazione - spiegano i fondatori - sarà il bacino idrogeologico che si estende dall’alto casertano fino al litorale Domizio ed a nord della città di Napoli. In quest’area, che costituisce uno dei bacini più importanti e pregiati d’Europa, da oltre venti anni, si registrano rischi reali e potenziali che minano la sicurezza delle acque sotterranee. In tale bacino, la principale sorgente “Maretto”, con la sua portata massima di 1400 litri/sec, versa in condizioni di alto rischio di inquinamento per effetto della cattiva gestione dell’ambiente nelle aree circostanti (sversamento non protetto di acque di risulta di un vicino depuratore ed abbandono di rifiuti incontrollato nelle aree adiacenti alla sorgente stessa). Anche le acque superficiali dei principali fiumi del casertano subiscono da tempo immemorabile la violenza di sversamenti di ogni genere, di qualità ed entità tale da comprometterne definitivamente l’uso per scopi agricoli, soprattutto nelle aree più a valle delle rispettive sorgenti”.

Contestualmente con la costituzione dell’associazione i soci costituenti hanno approvato lo statuto dell’associazione ed hanno nominato presidente Nicola Santagata, autore di un libro – denuncia sullo stato delle risorse idriche nel bacino idrogeologico casertano, e vice presidente Mariano De Matteis. Sono stati anche designati gli altri componenti del Consiglio Direttivo, che resterà in carica fino a dicembre 2019: Marco Mangazzo, Gianluigi De Simone, Maria Giovanna Tramontano, Domenico Pennino, Gianfranco Tozza.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

L’associazione Acquapulita nasce con la ‘benedizione’ del vescovo Nogaro

CasertaNews è in caricamento