rotate-mobile
Attualità Aversa

La polizia municipale festeggia il patrono San Sebastiano

Celebrazioni con il vescovo Spinillo ad Aversa con il nodo degli organici

Si è ripetuta la tradizionale festa di San Sebastiano, patrono della Polizia municipale. Nella chiesa di Santa Maria la Nova al Borgo il vescovo della Diocesi di Aversa, Angelo Spinillo, ha celebrato la Messa in onore del santo copatrono di Aversa e della polizia municipale.

“San Sebastiano – ha detto Spinillo – venne fatto arrestare e condannato a morte da Diocleziano dopo che scoprì la sua cristianità. Assurge a simbolo del soldato coraggioso e leale all’istituzione ma con senso della giustizia e spirito cristiano che si antepongono a tutto, anche a due esecuzioni capitali. Un riferimento per le polizie municipali che quotidianamente sono impegnate a risolvere le problematiche della cittadinanza”. Presenti il dott. Della Valle, sostituto procuratore della Procura della Repubblica di Napoli Nord, il dirigente del commissariato di Aversa della Polizia di Stato, il comandante della stazione dei Carabinieri e della Guardia di Finanza locali e i rappresentanti della polizia locale dei vicini Comuni di Cesa, San Marcellino e Lusciano. Presenti anche amministratori locali di San Marcellino e di Aversa con il sindaco Alfonso Golia, l’assessore alla municipale Giovanni Innocenti, il presidente del consiglio comunale Roberto Romano ed il consigliere comunale Mariano Scuotri.

La polizia municipale di Aversa celebra il patrono San Sebastiano

La festa del santo patrono della Polizia Muncipale è anche il momento, per i caschi bianchi aversani, di fare un bilancio. Quello della Polizia locale, infatti, è il settore più in ‘crisi’ del Comune di Aversa. Al momento, a fronte di un organico previsto di oltre cento agenti, agli ordini del neo comandante Antonio Piricelli ve ne sono solo poco meno di cinquanta. Un numero insufficiente per soddisfare le necessità di una città come Aversa. Oltre cinquantamila abitanti, una ventina di istituti superiori, due facoltà universitarie, un carcere e un tribunale tra i più grandi d’Italia ed una movida notturna in continuo fermento, in un territorio di meno di nove chilometri quadrati necessiterebbero del doppio del personale attualmente in servizio. (f.p.)

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La polizia municipale festeggia il patrono San Sebastiano

CasertaNews è in caricamento