Sabato, 25 Settembre 2021
Attualità

Mozione per bloccare il mega progetto del parcheggio da 2 milioni di euro

Mercoledì il Consiglio: ci sarà anche l’esordio di Luigi Del Rosso

Luigi Del Rosso si appresta a fare il proprio ritorno in consiglio comunale. Con alle spalle varie esperienze da amministratore (sia da consigliere che da assessore), Del Rosso farà il suo ingresso ufficiale nella seduta convocata per le 15,30 di mercoledì 23 giugno (ma dovrebbe tenersi giovedì in seconda convocazione) prendendo il posto del neo assessore Pasquale Antonucci (Italia Viva). Sarà interessante anche capire Del Rosso se aderirà a qualche gruppo e se questo sarà l’antipasto per una nuova candidatura alle elezioni amministrative.

Nel corso del consiglio comunale saranno discusse anche una sezione di mozioni sulla cittadinanza onoraria a Patrick Zaky (proposta dal consigliere Pd Matteo Donisi), sull’installazione del sistema di videosorveglianza in via Giulia a Centuriano (Gianni Comunale), sulla realizzazione della pista ciclabile in via Tescione (Stefano Mariano), sulla pubblicizzazione del servizio idrico (Norma Naim), sulla raccolta dell’olio domenistico esausto (Norma Naim) e sulla revoca del progetto di parcheggio interrato in piazza Suppa a Tuoro (Francesco Apperti).

Proprio quest’ultimo punto sarà molto interessante, visto le proteste che ci sono state nelle scorse settimane. Il progetto prevede un investimento di oltre 2 milioni di euro ma, sottolineato i consiglieri di Speranza Apperti e Naim "non sono tuttora comprensibili le ragioni che hanno indotto l’Amministrazione Comunale a prevedere un parcheggio interrato per oltre 100 posti auto al centro di una frazione pedemontana, dove non sembrano registrarsi criticità relativamente agli spazi per la soste delle autovetture né può immaginarsi quale parcheggio di interscambio non trovandosi a ridosso di svincoli della variante ANAS o di altre direttive principali della viabilità interna e/o esterna al territorio comunale di Caserta”.

Il progetto, inoltre, “nonostante il particolare impatto sull’assetto del territorio della piccola frazione, non risulterebbe essere stato condiviso con larga parte dei residenti, né tantomeno con le associazioni portatrici di interessi”. Ma, considerando quanto già accaduto nel corso di questi cinque anni, non è peregrino pensare che la maggioranza del sindaco Carlo Marino possa far saltare il consiglio comunale prima della discussione per evitare di aprire un fronte di polemiche in aula visto che l’argomento ha già acceso la campagna elettorale. Chi vivrà, vedrà.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Mozione per bloccare il mega progetto del parcheggio da 2 milioni di euro

CasertaNews è in caricamento