Il movimento delle sardine sbarca in Terra di Lavoro

Il fondatore del gruppo fb, Alifano: "L'odio che è propagandato tutti i giorni da Salvini verso i migranti è lo stesso che fino a qualche anno fa la Lega Nord vomitava sui meridionali"

Il movimento delle sardine per la prima volta a Bologna

Il movimento delle sardine è pronto a sbarcare in Terra di Lavoro. E' stato fondato, infatti, mercoledì 27 novembre il gruppo facebook delle "sardine casertane", sulla scia di quanto accaduto prima a Bologna poi a Modena ed oggi ormai in moltissime altre città italiane. "Contro l'odio e il razzismo anche Caserta non si lega!", questo è lo slogan del gruppo lanciato sui social da Francesco Alifano, un giovane attivista del laboratorio sociale Millepiani.

"Al momento siamo appena all'inizio, il gruppo è nato praticamente ieri e già conta più di mille iscritti - commenta entusiasta Alifano contattato da CasertaNews - Certamente sarà organizzato un flash mob come sta avvenendo in tantissime altre città d'Italia e magari anche altre iniziative, come, ad esempio, laboratori per realizzare le sardine da portare in piazza, come sta accadendo ad Avellino".

Per quanto riguarda le elezioni regionali 2020 in Campania "il movimento è apartitico, quindi non sosterrà alcun candidato, ma certamente promuoverà un dibattito politico sui temi che ha posto al centro dell'agenda, in particolare sulla solidarietà come unica risposta all'odio e al razzismo - precisa Francesco Alifano - D'altra parte credo sia fondamentale nella nostra regione un ragionamento su questi temi, perché l'odio che è propagandato tutti i giorni da Salvini verso i migranti è lo stesso che fino a qualche anno fa la Lega Nord vomitava sui meridionali e che, ancora oggi, viene manifestato da molti esponenti di quel partito".

Tra le iscrizioni "eccellenti" al neonato gruppo facebook delle "sardine casertane" spiccano quelle di numerosi amministratori locali, tra cui Stefano Antonio Cioffi (sindaco di Macerata Campania), Davide Guida (sindaco di Arienzo), l'ex deputata Camilla Sambato (responsabile nazionale Scuola del Pd), Francesco Brancaccio (responsabile nazionale Ecomafie ed Ecoreati del Psi), Alfonso Formato (segretario cittadino del Pd di Maddaloni), i consiglieri comunali di Caserta Matteo Donisi, Andrea Boccagna, Norma Naim e Francesco Apperti.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Tuttavia "all'interno di questo movimento non si richiede di aderire alle associazioni o ai partiti - sottolinea Alifano - ma ai singoli cittadini stanchi dell'odio e del razzismo propagandati ogni giorno. Infatti in tutte le piazze d'Italia è stato chiesto di non portare bandiere o simboli partitici o associativi, ma soltanto sardine, simbolo di coesione".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • SPECIALE REGIONALI Zannini è eletto, Oliviero leader del Pd, Smarrazzo avanti in Italia Viva

  • Lieve aumento dei contagi nel casertano: ecco i comuni più colpiti della seconda ondata

  • Scuole, il 24 e 25 settembre sarà sciopero: si teme nuovo rinvio dell'apertura

  • I contagi aumentano ancora. Caserta supera Aversa: è la città con più positivi

  • Terremoto a 24 ore dalle elezioni. Candidato sindaco indagato per voto di scambio: "Accuse da mitomani"

  • Record di nuovi contagi nel casertano: mai così tanti in un giorno

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
CasertaNews è in caricamento