Baretti sotto indagine, il Comitato: "Amministrazione assente, ci rivolgiamo ai giudici"

Il commento di Rosanna Di Costanzo all'inchiesta della Procura: "Ci sono molti BnB ma i turisti scappano"

Rosanna Di Costanzo

"Con un'amministrazione assente non ci resta che rivolgerci alla magistratura". E' questo il commento di Rosanna Di Costanzo del Comitato "Caserta Centro: no movida selvaggia" alla luce dell'inchiesta della Procura della Repubblica di Santa Maria Capua Vetere che ha iscritto nel registro degli indagati i titolari di due locali del centro storico formulando un'accusa di disturbo alla quiete pubblica. 

"I residenti sono esasperati - prosegue Di Costanzo - Costretti a restare barricati in casa per poter riposare e non essere invasi dai rumori provenienti dalla strada provocati dal vocio delle persone ma anche da musica sparata a tutto volume. Nel corso degli anni più volte ci siamo rivolti all'amministrazione comunale senza ottenere nessun risultato. Ed ora arriva l'indagine della magistratura". 

"Certo che i locali della movida fanno economia ma ci sono anche molti BnB che sono nati in questa zona - conclude Di Costanzo - Non ha senso attirare turisti se poi questi scappano perché a Caserta è impossibile riposare". 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Scoperti i furbetti del cartellino all’Asl, sospesi 13 dipendenti

  • Va in ospedale per una colica renale ma finisce in tragedia: muore 40enne

  • Il terno al Lotto per l'addio a Maradona

  • Il casertano piange 24 vittime: un morto all'ora per Covid in una sola giornata

  • Quasi 2mila guariti nel casertano. Cala percentuale dei positivi

  • Morti altri 8 pazienti ricoverati col Covid: 589 nuovi positivi nel casertano

Torna su
CasertaNews è in caricamento