rotate-mobile
Sabato, 25 Giugno 2022
Attualità

Controlli nella movida: 8 vigili rinunciano allo straordinario

Ritardi nei pagamenti, torna lo spettro dei soldi persi nel 2014. "Non vi sono certezze"

Hanno controllato tutti i locali della Movida, elevando 28 sanzioni ed anche la chiusura di un circolo privato (per uno spettacolo danzante non autorizzato). Ma, adesso, dopo sei settimane di lavoro straordinario, otto agenti della polizia locale di Caserta hanno deciso di rinunciare al lavoro extra. Colpa, a sentire le motivazioni, dei ritardi nei pagamenti, ma, soprattutto, della poca chiarezza.

“In un mese e mezzo abbiamo effettuato un lavoro certosino” ha spiegato Luigi Vitelli, rappresentante Rsu della Cisl “ma di contro non abbiamo avuto alcuna certezza. Per questo motivo abbiamo firmato la richiesta di rinuncia allo straordinario programmato”. Gli 8 agenti che hanno adottato questa decisione sono rimasti a casa già nello scorso week end, quando in strada sono scesi altri 4 colleghi. “E’ una decisione che abbiamo preso perché, in passato, siamo rimasti già scottati dal mancato pagamento del lavoro straordinario ed oggi temiamo che possa accadere di nuovo”. Pagamento che da aprile non arriva, a cui si aggiunge quello per l’ordine pubblico fermo a dicembre. "La nostra scelta non è contro il comandante De Simone, che ha fatto di tutto per evitare che si arrivasse a tanto ma, purtroppo senza successo".

In queste sei settimane di "extra” nel week end, però, il lavoro non è mancato. Sono stati elevati verbali a carico dei gestori dei locali della movida (e non) che non; sono stati controllati 600 automobilisti, con più di 300 nerbai e 50 auto rimosse.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Controlli nella movida: 8 vigili rinunciano allo straordinario

CasertaNews è in caricamento