menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
La statua raffigurante Druso Minore

La statua raffigurante Druso Minore

Le statue rubate nella Seconda Guerra Mondiale tornano a casa

Una mostra al Castello Ducale per accogliere il ritorno di Tiberio e Druso Minore

Torneranno a ‘casa’, nella loro Sessa Aurunca dove erano state trafugate durante la durante la Seconda Guerra Mondiale, nel 1944, le due statue raffiguranti i ritratti di Tiberio e Druso Minore. Da venerdì 12 aprile infatti i busti saranno esposti al Castello Ducale come primo nucleo di un vero museo archeologico che, come annunciato dal sindaco Silvio Sasso, il “Comune e la Soprintendenza ubicheranno in pianta stabile e in aggiunta alla meravigliosa Matidia nello storico Castello”.

Le due statue sono state restituite all’Italia nel 2017 dal Cleveland Museum of Art, dove erano ospitate dal 2004, anno in cui furono acquistate, dopo che le indagini del Comando Carabinieri per la tutela del Patrimonio culturale hanno accertato che l'opera sia stata rubata dall'Italia. Stando alle indagini infatti le opere vennero sottratte dal Museo Civico di Sesa Aurunca durante la Seconda Guerra Mondiale: inizialmente si pensò alle truppe naziste dei tedeschi come autori del furto, ulteriori indagini accertarono invece che a rubare le opere furono i soldati algerini che combattevano al fianco degli Alleati.

I carabinieri ricostruirono poi la ‘trafila’ delle opere, arrivate a Parigi e vendute all’asta a mercanti di antiquariato, prima di finire nel museo della città dell’Ohio che, accertata la provenienza illecita, ha concordato la restituzione col Ministero dei Beni culturali.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Gomorra 5, riprese nel Casertano: fan in delirio

Attualità

Il Comune installa gli autovelox. “Troppi incidenti”

Attualità

'AstraDay', il sito dell'Asl va subito in tilt per migliaia di accessi

Attualità

La Brigata dei vaccini festeggia le 100mila dosi in 2 mesi | FOTO

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CasertaNews è in caricamento