Attualità

Muore nella roulotte, da 20 anni era la sua 'casa'

La vittima, persi lavoro e famiglia, viveva nell'area parcheggio del Decò

La sua casa era diventata da 20 anni il parcheggio del Decò di via Riverso, dove ‘alloggiava’ con una roulotte e, in precedenza, in auto. È una storia di solitudine e di percorsi di vita sbagliati quella del 53enne trovato morto nella serata di ieri ad Aversa, all’interno del suo camper.

Nicola F. da ormai 20 anni viveva lì, lontano dalla famiglia che aveva perso per aver preso strade sbagliate. Problemi che gli erano costati anche il lavoro di agente penitenziario, restando solo e costretto a vivere una vita umile, circondato però da alcune persone che lo avevano “adottato” e che lo rifornivano con beni di sostegno.

Gli era stata donata anche la roulotte diventata poi la sua abitazione, del suo caso si erano occupate anche le vecchie amministrazioni comunali, ma Nicola aveva sempre rifiutato una sistemazione in comunità.

A trovarlo privo di vita lunedì sera sono stati da alcuni amici che gli portavano cibo e vestiti. Sul posto sono intervenuti gli agenti del commissariato di polizia, il magistrato di turno della procura di Napoli Nord ha disposto l’autopsia sulla salma.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Muore nella roulotte, da 20 anni era la sua 'casa'

CasertaNews è in caricamento