rotate-mobile
Attualità

La morte di Mamadou, il doloroso ricordo del sindaco e del Rotary

Vincenzo Cappello: "Simbolo di integrazione e fratellanza"

La morte di Mamadoy Sy, presidente dell'associazione Senegalesi di Caserta, ha lasciato sgomenti un po' tutti in città. L'uomo dal grande sorriso ha lottato fino alla fine contro il brutto male che lo affliggeva, ma questa mattina ha salutato tutti ed è volato in cielo.

"Vorrei manifestare a nome mio e degli associati la vicinanza ed il cordoglio a tutta la comunità senegalese per la perdita di Mamadou Sy, esempio di integrazione e vero punto di riferimento per tutti". Con queste parole Vincenzo Cappello, presidente del Rotary Caserta Terra di Lavoro 1954, ha voluto ricordare la figura di Mamadou Sy venuto a mancare oggi.

"A lui sono legato da bellissimi ricordi di iniziative portate avanti insieme - sottolinea -  come ad esempio la consegna delle pettorine salvavita per i fratelli migranti avvenuta a maggio scorso in piazza Vanvitelli. Mamadou Sy era un uomo che viveva per aiutare gli altri, sempre pronto a collaborare per migliorare l'integrazione degli stranieri a Caserta. La sua dipartita è un dolore immenso che ha colpito tutta Caserta".

Anche il sindaco Carlo Marino ha voluto ricordare Mamadou ed il suo grande cuore: "Con la sua scomparsa perdiamo una persona di equilibrio, preziosa, non solo per la comunità che sapeva così bene rappresentare e per le tante iniziative e per le cause dei diritti che ha saputo affiancare. Mamadou era prezioso per l'intera città, ove necessita alimentare il terreno del confronto e del dialogo, piuttosto che quello dello scontro. Auspico che la sua comunità e i tanti compagni di viaggio che ha avuto a Caserta -conclude il primo cittadino - possano seguire le tracce del suo cammino aderendo sempre al suo modo di intendere la vita e le necessità che ne derivano".

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La morte di Mamadou, il doloroso ricordo del sindaco e del Rotary

CasertaNews è in caricamento