Attualità

Mix di vaccini, scontro Speranza-De Luca. Il ministro: “E’ sicuro” ed il governatore 'cede'

Il Ministero risponde alla lettera dell’Unità di Crisi della Campania. Il presidente: “No AstraZeneca e Johnson, solo Pfizer e Moderna”

Il governatore campano Vincenzo De Luca

Lo scontro tra il presidente della Regione Campania Vincenzo De Luca ed il Ministro della Salute Roberto Speranza va avanti a colpi di lettere ufficiali.

Dopo quella dell’Unità di Crisi regionale nella quale si spiegava i motivi del no al ‘mix di vaccini’ dopo lo stop ad AstraZeneca, è arrivata la risposta del ministro della Salute:"I dati attualmente disponibili, derivanti da due studi clinici condotti in Spagna e Inghilterra, forniscono informazioni rassicuranti sull'efficacia (in termini di buona risposta anticorpale) e alla sicurezza (in termini di accettabilità degli effetti collaterali),sul completamento del ciclo vaccinale, con un vaccino a mRNA, nei soggetti di età inferiore ai 60 anni che abbiano già effettuato una prima dose di vaccino Vaxzevria (ciclo vaccinale misto)".

Parole che hanno spinto il governatore campano ad accettare di effettuare come seconda dose Pfizer e Moderna. Mentre si conferma il ‘no’ ad AstraZeneca e Johnson & Johnson al di sotto dei 60 anni. "Prendiamo atto del pronunciamento e della conseguente assunzione di responsabilità del Ministero” spiega De Luca. “Quindi non sarà somministrato AstraZeneca e J&J a chi ha meno di 60 anni. La seconda dose AstraZeneca si farà solo agli ultrasessantenni. Sotto i 60 anni, richiamo solo con Pfizer o Moderna”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Mix di vaccini, scontro Speranza-De Luca. Il ministro: “E’ sicuro” ed il governatore 'cede'

CasertaNews è in caricamento