rotate-mobile
Mercoledì, 21 Febbraio 2024
Attualità Trentola-Ducenta

Il ministero riassegna 1,6 milioni al Comune dopo il ricorso al Tar

I fondi saranno utilizzati per un asilo nido. Il sindaco: "Confermata la bontà del progetto"

Il ministero dell’Istruzione riassegna 1,6 milioni al Comune di Trentola Ducenta per l’asilo nido dopo il ricorso al Tar. Nei mesi scorsi il Miur aveva accolto il progetto del Municipio assegnando le risorse economiche nell’ambito del Pnrr. Dopo aver chiesto poi alcune integrazione alla documentazione, era arrivata all’Ente la doccia fredda: il provvedimento di esclusione. L’amministrazione guidata dal sindaco Michele Apicella aveva quindi presentato ricorso al Tar del Lazio, ritenendo non congrue le motivazioni. Mentre l’iter giudiziario stava andando avanti, il ministero ha accolto in queste ore le motivazioni addotte nel ricorso presentato dall’Ente e, in autotutela, ha riammesso al finanziamento il progetto per la realizzazione di un asilo nido in via Collodi.

“La certezza di aver prodotto regolare istanza di ammissione al finanziamento e la perseveranza nel perseguire gli obbiettivi prefissati alla fine hanno prevalso, nonostante lo scetticismo e disfattismo di una parte della minoranza che aveva gridato allo scandalo, criticando fortemente la nostra iniziativa e parlando addirittura di ‘sperpero’ di denaro pubblico a carico dei cittadini. Ancora una volta, parte dell’opposizione, si è lasciata andare a polemiche strumentali e prive di fondamento che denotano approssimazione e superficialità”, ha dichiarato il primo cittadino.

Con il progetto l’amministrazione intende realizzare un polo dell’infanzia, ideato e progettato con moderne tecnologie nel rispetto delle regole della continuità educativa pedagogica ed ubicato nella stessa area dell’edificio preesistente.

“Il ministero ha confermato la bontà del progetto presentato e la correttezza di quanto proposto dal Comune. I cittadini di Trentola Ducenta meritavano la realizzazione di questo spazio e noi non potevamo vedere mortificate le legittime aspettative dei propri cittadini, per questo, con convinzione, con caparbietà abbiamo promosso l’azione dinnanzi al Tar del Lazio, che alla fine ci ha visti  vincitori. Lavorare bene dà sempre buoni risultati”, ha concluso la fascia tricolore.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il ministero riassegna 1,6 milioni al Comune dopo il ricorso al Tar

CasertaNews è in caricamento