rotate-mobile
Lunedì, 17 Giugno 2024
Attualità Orta di Atella

Miasmi notturni, è di nuovo allarme. "Non si dorme, subito indagine della Procura"

Manifestazione all'esterno del Municipio dell'ex consigliere Vislino: "Il sindaco si attivi immediatamente"

Protesta a Orta di Atella: i cittadini chiedono azioni immediate contro i miasmi notturni. Una manifestazione simbolica si è svolta davanti al municipio di Orta di Atella per attirare l’attenzione delle istituzioni sui miasmi che, soprattutto di sera, rendono l’aria irrespirabile nella città. Questa situazione preoccupante sta mettendo a rischio la salute pubblica, spingendo i cittadini a chiedere interventi rapidi ed efficaci da parte delle autorità locali. L’iniziativa è stata promossa da Arturo Vislino, ex consigliere comunale, che ha espresso la sua profonda preoccupazione per la situazione attuale. Vislino ha detto di essere “fortemente preoccupato per la salute pubblica. L’amministrazione comunale deve adottare tutte le misure necessarie per risolvere questo grave problema e per capirne le cause”.

Vislino ha lanciato un appello al sindaco Antonino Santillo affinché si adoperi per affrontare la questione con urgenza. In particolare, ha chiesto l’istituzione di un tavolo intercomunale che coinvolga tutti gli enti locali della cintura atellana e di Napoli Nord al fine di affrontare congiuntamente il problema dei miasmi.Vislino ha sollevato alcune domande cruciali: “Perché 27mila abitanti di Orta di Atella avvertono la puzza soprattutto di notte, eppure l’amministrazione comunale non intraprende azioni concrete? Perché non è stata coinvolta l’ARPA Campania e non è stata presentata denuncia alla procura della Repubblica per indagare sulle cause di questi miasmi? Perché non sono state attivate telecamere sul territorio per identificare chi compie queste azioni notturne? Perché non è stato considerato l’invio dell’esercito per vigilare durante la notte?” Vislino ha anche proposto l’organizzazione di un tavolo di lavoro che coinvolga i comuni limitrofi come Cesate, Sant’Arpino, Succivo, Marcianise e Caivano per affrontare congiuntamente questa problematica che sta affliggendo l’intera area.La protesta simbolica di Orta di Atella rappresenta la voce dei cittadini che chiedono un’azione decisa e immediata per risolvere il problema dei miasmi notturni che minacciano la loro qualità della vita e la loro salute. Adesso si attende la risposta del sindaco e soprattutto interventi per fare chiarezza sui miasmi. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Miasmi notturni, è di nuovo allarme. "Non si dorme, subito indagine della Procura"

CasertaNews è in caricamento