menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Il sindaco Antonello Velardi

Il sindaco Antonello Velardi

Il sindaco: "Oltre mezzo milione di euro per le imprese e le famiglie"

Velardi annuncia un bonus per i commercianti penalizzati dal lockdown e 350mila euro di buoni spesa

Oltre mezzo milione di euro alle imprese ed alle famiglie. E' questa la misura annunciata dal Comune di Marcianise che ha messo in campo "un'azione straordinaria di supporto" per le fasce sociali cittadine in difficoltà, soprattutto in questo periodo natalizio. Lo ha rivelato il sindaco Antonello Velardi.

"Saranno distribuiti aiuti per 242.000 euro ad operatori economici dell'area cittadina (esclusa la parte extra-urbana) da tradursi in un contributo pro capite che verrà definito a seconda del numero dei partecipanti al bando. Gli aiuti sono destinati ai commercianti locali che, causa lockdown e le diverse restrizioni e limitazioni, hanno subìto perdite - spiega Velardi che prosegue - Saranno distribuiti 350.000 euro in buoni spesa destinati a famiglie che si trovano in condizioni di disagio socio-economico. La distribuzione avverrà con un metodo completamente innovativo rispetto al passato, per evitare che si speculi e che molti soldi si perdano per strada".

Ma non finisce qui. "Saranno distribuiti un centinaio di tablet a bambini marcianisani appartenenti a fasce sociali deboli e sarà utilizzata una cifra già fissata per consentire agli indigenti di acquistare medicinali non prescrivibili - dice ancora il sindaco - Entrambi questi aiuti saranno gestiti dai servizi sociali. La procedure per accedere a questi aiuti saranno molto veloci, saranno attivate già da domani lunedì. Confesso che ho tentennato non poco prima di scriverne, schifato com'ero (e come sono) da tutti quelli che in queste giornate fanno finta di interessarsi degli altri ma pensano solo agli affari propri. Tra costoro ci sono diversi nostri consiglieri comunali, esponenti della politica di ieri e di oggi di Marcianise e la schiera dei presunti intellettuali, la razza peggiore perché sono i più frustrati. Tutti che parlano a vanvera e danno lezioni", conclude.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Quaterna da sballo ad Aversa: vinti 120mila euro

Attualità

Il Tar annulla l'ordinanza di De Luca sulla chiusura delle scuole

Attualità

Maestra positiva al Covid: chiusa la scuola

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CasertaNews è in caricamento