Mercato ortofrutticolo, trovati i soldi ma il nodo restano i tempi: gli operatori vogliono aprire per Natale

Pressing costante sul sindaco, che però è netto: "Le leggi vanno rispettate". Ma con gli appalti pubblici si rischia di perdere mesi. Intanto Golia attacca l'opposizione: "Sciacalli che scappano"

Il consiglio comunale di Aversa alla presenza degli operatori del mercato ortofrutticolo

L'aria è tesa e, difficilmente, potrebbe non esserlo. Da ormai un mese circa, gli operatori del mercato ortofrutticolo (in totale circa 300 persone vi lavorano) è fermo per la chiusura disposta dai carabinieri del Nas e dagli ispettori dell'Asl di Caserta che hanno verificato la mancanza di condizioni igienico-sanitarie adatte per poter permettere la vendita di frutta ed ortaggi.

Giovedì, al termine di un consiglio comunale molto acceso, il sindaco Alfonso Golia ha incontrato nuovamente i rappresentanti degli operatori commerciali per studiare insieme una strategia comune che ha un unico obiettivo: quello di permettere la riapertura dell'area almeno per il periodo natalizio, per evitare un vero e proprio "bagno di sangue" per gli operatori commerciali di Aversa.

Ma la partita non è per nulla semplice. Perché, dopo aver trovato i soldi per effettuare i lavori, ci sarà bisogno di attendere l'iter burocratico di una gara d'appalto: tempi lunghi che gli operatori non accettano perché vorrebbe dire rinviare all'anno nuovo l'apertura. La strada alternativa, quella su cui si sta lavorando, è tentare di effettuare lavori lampo (con affidamenti diretti) per risolvere i problemi meno gravi ed ottenere il via libera dell'Asl Caserta, per poi continuare parallelamente con l'appalto pubblico per rimettere a nuovo l'area. Ma qui ci si scontra con le difficoltà di seguire questo percorso sollevate sindaco dal sindaco Golia che da alcuni dirigenti, che non vorrebbero rischiare conseguenze per i loro atti.

Intanto, mentre continua il presidio degli operatori del mercato in piazza Municipio, il sindaco Golia ha voluto lanciare un duro attacco nei confronti dei consiglieri di opposizione: “Fanno sciacallaggio quando ci sono lavoratori e famiglie appese a un filo. Stiamo parlando di una struttura dove per vent’anni nessuno ha mai fatto nulla. Nulla. Nemmeno i bagni. Gli operatori dovevano urinare in angoli in disparte. Di cosa parliamo? Abbiamo proposto di istituire una commissione speciale per seguire passo passo la questione e per fare luce su quanto (non) è stato fatto in questi anni. Per trasparenza verso i cittadini e verso i lavoratori. Com’è andata a finire? Sono scappati dall’aula. Perché, se non hanno nulla da temere? Li lasciamo ai loro giochini elettorali – conclude il sindaco - mentre noi siamo ancora qui, a lavoro, per avviare gli iter che portino a una soluzione quanto più rapida possibile del problema”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Oggi, comunque, partirà la lettera all'Asl col cronoprogramma stilato dopo l'ultimo incontro coi dirigenti. “La notizia importante - sottolinea Golia - è che abbiamo reperito i fondi da impiegare. Il nodo è legato ai tempi, amministrativi e burocratici, che nessuno, tantomeno il Comune, può abbreviare in quanto sono scanditi chiaramente dalla Legge. Nella comunicazione alla Asl è trasmessa una proposta di cronoprogramma con i lavori che verranno effettuati sia dal Comune che dagli stessi operatori. Siamo comunque al lavoro su altre ipotesi perché ci sta a cuore la risoluzione del problema”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Lieve aumento dei contagi nel casertano: ecco i comuni più colpiti della seconda ondata

  • Tre casi di Covid-19: chiuso il Pronto soccorso dell’ospedale di Caserta

  • Titolare positivo al Covid-19, chiuso lo Sweet Cafè

  • Scuole, il 24 e 25 settembre sarà sciopero: si teme nuovo rinvio dell'apertura

  • Una settimana tra pioggia ed afa: ecco le previsioni nel casertano

  • Record di nuovi contagi nel casertano: mai così tanti in un giorno

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
CasertaNews è in caricamento