Giovedì, 29 Luglio 2021
Attualità

Mercato ortofrutticolo aperto a soli 25 operatori, prima vittoria al Tar del Comune

Rigettata la richiesta di sospensiva dei mercatari: si entrerà nel merito a metà settembre

Importante vittoria del Comune di Aversa al Tar della Campania: rigettato il ricorso di alcuni mercatari che avevano chiesto di 'sospendere' tutti gli atti prodotti dall'amministrazione comunale guidata dal sindaco Alfonso Golia. In pratica le aziende Commissionaria Ortofrutticoli Palmieri S.r.l., Margherita Domenico di Margherita Domenico & C. s.n.c , D’Aniello Vincenzo & Figlio s.n.c., L’Ortofrutticola di Tirozzi Tommaso & C. s.a.s., e Carmela Fiorillo, tutti rappresentati e difesi dagli avvocati Maria Capasso e Michelangelo Privitera avevano chiesto l'annullamento, previa sospensione dell'efficacia, della deliberazione del consiglio comunale del Comune di Aversa del 24 maggio 2021, con la quale è stata disposta la riapertura del mercato ortofrutticolo all'ingrosso soltanto per 25 stands, ad esclusione dei ricorrenti, con l'incarico per il Dirigente competente di verificare preliminarmente quali siano i soggetti aventi diritto ad occupare gli stands, col precipuo compito di avviare un'attività di ricognizione valutando quali siano gli operatori in regola col pagamento dei canoni.

E non solo: i ricorrenti avevano chiesto la condanna dell’Amministrazione Comunale al risarcimento di tutti i danni ingiustamente arrecati "in ragione del danno emergente, del pregiudizio commisurato al mancato incasso, al danno all’immagine, all’avviamento, all’alterazione del corretto confronto concorrenziale".

Secondo i giudici però "dall’evidenziata fattispecie non emergono i profili di estrema gravità e urgenza (tenuto conto che l’avversata delibera del Consiglio Comunale dà disposizioni preliminari e dal contenuto sostanzialmente istruttorio, senza che vi sia – allo stato – alcuna disposizione esclusiva dei ricorrenti, né altra disposizione avente per essi una immediata ed effettiva lesività), necessari a giustificare l’adozione di provvedimenti cautelari monocratici prima della trattazione in sede collegiale, per l’udienza camerale del 15 settembre 2021. 

Quindi viene respinta la richiesta di sospensiva dei provvedimenti e se ne riparlerà a metà settembre. Quindi i ricorrenti per avere una risposta certa dovranno attendere la discussione nel merito, così come deciso dal presidente della settima sezione del Tar della Campania, Michelangelo Maria Liguori. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Mercato ortofrutticolo aperto a soli 25 operatori, prima vittoria al Tar del Comune

CasertaNews è in caricamento