Mercati ancora fermi, Bernardo: "Pronti a rivolgerci al prefetto"

Situazione ancora in stallo a Piedimonte Matese ed Alife. Ambulanti sul piede di guerra

Il mercato ancora non riparte

"Per difendere il nostro diritto al lavoro non ci resta che chiedere l'intervento del Prefetto". E' questa la posizione dell'Anva Confesercenti sullo stallo delle fiere settimanali di Alife e Pidimonte Matese che, nonostante il via libera della Regione e la ripartenza in diversi comuni del casertano, ancora non riprendono. 

"Sono più di tre mesi che i mercati di Alife e Piedimonte Matese non ancora riaprono - si legge in una nota del presidente provinciale Sebastiano Bernardo - Due amministrazioni che stanno scherzando con la vita delle persone e del proprio lavoro. Non si stanno preoccupando nemmeno un poco della categoria degli ambulanti. Forse - prosegue Bernardo - essendo stipendiati non si rendono conto cosa significa non lavorare per tanto tempo. Si preoccupano delle responsabilità loro senza preoccuparsi di una categoria già in crisi prima del covid. Ora lavorando, è difficile andare avanti immaginatevi senza lavorare. Si parla di rilancio, di ripresa e questi amministratori non fanno lavorare gli ambulanti. Che vergogna. Siamo comunque una categoria produttiva, con tanti addetti e con tante famiglie. Un amministratore che non si rende conto di tutto ciò, a mio avviso non è un  buon amministratore nemmeno per la sua città", conclude. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Vinti 14mila euro nel casertano: centrato un terno al Lotto

  • La Campania può diventare 'zona arancione' nelle prossime 48 ore

  • Va in ospedale per una colica renale ma finisce in tragedia: muore 40enne

  • Imprenditore casertano ubriaco alla guida uccide 37enne

  • Il sindaco non ha più la maggioranza: bilancio bocciato. Dopo 18 mesi finisce l'era Golia

  • Altre 8 vittime del virus nel casertano ma i nuovi positivi sono in calo

Torna su
CasertaNews è in caricamento