rotate-mobile
Venerdì, 2 Dicembre 2022
Attualità Sessa Aurunca

La mensa 'spacca' i genitori: lite sulla qualità del cibo

Alcuni familiari degli studenti protestano ma le rappresentanti di classe 'rigettano' le accuse

Nella giornata di ieri (mercoledì 23 novembre) i genitori di quarta elementare della sede centrale dell’Istituto Comrpensivo 'Lucilio' hanno protestato in merito alla qualità dei pasti forniti dalla mensa scolastica. Ma ne è nata praticamente una 'querelle' tra gli stessi genitori perché le rappresentanti di classe dei vari plessi Vienna Ruotolo (Plesso Fasani); Rossella Picano (Plesso Fasani); Veronica Fusco (Plesso Fasani); Antonietta Fasano (Plesso Casamare); Assunta Izzo (Plesso Casamare); Maddalena Imparolato (Plesso Semicerchio); Maria Mastantuono (Plesso San Castrese); Giuseppina D’Onofrio (Plesso Semicerchio) "non riscontrando alcun tipo di lamentela da parte dei genitori si disassociano da qualsiasi forma di protesta e strumentalizzazione creata nei confronti  del servizio mensa e della qualità del cibo".

Durante il mese di ottobre 2022, ormai stremate dalle continue lamentele dei genitori del territorio aurunco sulla qualità del cibo, le rappresentanti dei vari plessi si coalizzano su un principio solidaristico nell’attivare un punto di coesione pronto ad interfacciarsi con le istituzioni per la risoluzione del problema.

Seguendo la logica della civiltà e dell’essere persona, viene richiesto un incontro istituzionale con il sindaco Lorenzo Iorio e Domenico Gallo, responsabile della refezione scolastica in cui si discute della qualità dei prodotti utilizzati nella preparazione delle pietanze distribuite dal servizio mensa.

"Il Sindaco Lorenzo Di Iorio si mostra disponibile e cordiale nell’accogliere le nostre richieste, rassicurando le preoccupazioni dei numerosi genitori in promesse che nel giro di qualche giorno si sono concretizzate in un’operatività funzionale alla risoluzione del problema provvedendo ai dovuti controlli. Dopo un'attenta analisi e dopo aver revisionato il budget economico stanziato dal Comune di Sessa Aurunca è stato necessario ridefinire una nuova tabella dietetica selezionando le pietanze scelte tra le varianti predisposte dalla tabella dietetica fornita precedentemente dall’Asl. Grazie alla circolarità creata tra rappresentanti dei plessi, scuola ed istituzione è stato possibile potenziare una problematica che persisteva già da tempo con dei risvolti positivi ed apprezzati da tutte le famiglie. Sulla base di tali ragioni riteniamo inopportuno e fonte di dispersione di risorse protestare per una problematica ormai risolta. In qualità di cittadini civili e nel rispetto della Costituzione Italiana opereremo sempre nella costruzione di ponti con le istituzioni garantendo il meglio per i nostri bambini".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La mensa 'spacca' i genitori: lite sulla qualità del cibo

CasertaNews è in caricamento