rotate-mobile
Mercoledì, 10 Agosto 2022
Attualità San Cipriano d'Aversa

Mensa scolastica nei 'lunch box' ma arriva la batosta: "70 centesimi in più per pasto"

La nota della ditta che gestisce il servizio: "Aumenti dovuti alla gestione Covid"

Aumentano i costi della mensa scolastica di San Cipriano d'Aversa: ogni pasto costerà ben 70 centesimi in più. La motivazione data dalla ditta 'La Mediterranea' che gestisce il servizio nel comune guidato dal sindaco Vincenzo Caterino è che "il servizio è stato riorganizzato nel rispetto delle norme di prevenzione della diffusione del Covid-19" e questo "ha comportato un aumento dei costi rispetto a quelli previsti nel contratto originario dovuti all'erogazione del servizio a mezzo lunch box in luogo dello scodellamento".

In pratica saranno utilizzati i 'lunch box': il termine inglese indica sostanzialmente un contenitore per il pranzo ma nel significato esteso del termine si intende tutto l’occorrente per consumare il pasto stesso, compreso ovviamente il cibo. I bambini quindi vedranno servire monoporzioni di primo, secondo e contorno termosigillati, oppure un piatto unico sigillato, oltre che bicchieri e posate usa e getta per poter mangiare. Il tutto all’interno di contenitori che probabilmente saranno di plastica.

Un 'extra' dovuto al Covid (rispetto allo scodellamento) di ben 70 centesimi per ogni pasto. Quello che resta da capire adesso è chi pagherà per questo aumento: si impegnerà il Comune con un nuovo aumento di bilancio oppure i costi ricadranno sulle famiglie? Nei prossimi giorni si capirà di più. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Mensa scolastica nei 'lunch box' ma arriva la batosta: "70 centesimi in più per pasto"

CasertaNews è in caricamento