menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Giorgia Meloni a Caserta coi candidati casertani alle Regionali

Giorgia Meloni a Caserta coi candidati casertani alle Regionali

Giorgia Meloni da Caserta lancia accuse contro "l'inciucio" della nuova legge elettorale

La leader di Fratelli d'Italia: "Scandaloso che la sinistra e i 5 stelle ci vogliano riportare nel proporzionale"

Giorgia Meloni da Caserta lancia dure accuse al governo Pd-5 Stelle sulla legge elettorale. La leader nazionale di Fratelli d’Italia, dopo aver partecipato ad un incontro alla Camera di Commercio del Capoluogo, si è intrattenuta coi giornalisti: "In un momento nel quale l'Italia rischia che quasi il 40% delle sue aziende non sopravviva, la priorità della maggioranza è riscrivere la legge elettorale - ha attaccato - Abbattere una legge elettorale fatta dal Pd che adesso il Pd considera indegna, per fare un'altra legge indegna fatta sempre dal Pd. Io credo che sia scandaloso e credo che sia scandaloso che la sinistra e i 5 stelle ci vogliano riportare nel proporzionale, cioè un sistema che è una legge salva inciucio".

La Meloni ha poi incontrato i candidati casertani alle elezioni regionali: erano presenti Gimmi Cangiano, Alfonso Oliva, Mariagabriella Santillo, Damiano De Rosa e Lucia Cerullo. "De Luca parla, la Campania affonda - ha tuonato la leader di Fratelli d'Italia - Qui c'è il record di disoccupazione, il record di persone che vanno a curarsi fuori dai confini regionali, qui c'è il record di fondi europei non spesi. Confermando De Luca tutti questi problemi rimarranno, e soprattutto, confermando De Luca si conferma anche il governo Conte. Perché De Luca finge di essere estraneo al Partito democratico, ma è assolutamente inserito nel sistema di potere che governa anche questa nazione". 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Maestra positiva al Covid: chiusa la scuola

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CasertaNews è in caricamento