rotate-mobile
Giovedì, 23 Maggio 2024
Attualità Vitulazio

Matrimoni civili a pagamento: "Senza soldi non ci si può sposare"

Il consiglio comunale di Vitulazio approva il nuovo regolamento. Opposizione lancia accuse: "Si sono aumentati le indennità e cercano fonti di finanziamento"

Senza soldi non solo non si cantano messe ma non si celebrano nemmeno i matrimoni. Il Consiglio Comunale di Vitulazio, infatti, ha approvato il nuovo regolamento per l'approvazione dei riti civili in base al quale è previsto il pagamento di una tariffa che verrà determinata, in base ad una serie di parametri previsti nel regolamento, in un secondo momento dalla giunta presieduta dal sindaco Antonio Scialdone. 

A denunciarlo è l'ex primo cittadino ed oggi consigliere d'opposizione Raffaele Russo che evidenzia: "Si tratta del primo atto con cui questa amministrazione mette le mani nelle tasche dei cittadini - spiega - Senza soldi non ci si sposa, un altro diritto civile che viene meno nella nostra Vitulazio. Fino ad oggi i matrimoni e le unioni civili sono stati celebrati a titolo gratuito. Abbiamo dissentito da questa scelta ma ne capiamo le motivazioni. Questa amministrazione sta spendendo una serie di risorse, ha aumentato le indennità agli amministratori ed oggi sta cercando di trovare fonti di finanziamento". 

A proposito dell'aumento delle indennità il sindaco Scialdone, in un video in cui ha fatto il punto delle recenti attività amministrative, ha ribadito come: "si tratta di un atto dovuto e previsto dalla legge - ha chiarito - le indennità sono state stabilite in base a tabelle previste dalle normative". 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Matrimoni civili a pagamento: "Senza soldi non ci si può sposare"

CasertaNews è in caricamento