Domenica, 24 Ottobre 2021
Attualità Marcianise

Il video di Marino scatena la 'guerra social' tra Caserta e Marcianise

La clip definisce Zinzi come "il politico di Marcianise". Interviene Velardi: "Intollerabile in una campagna elettorale del 2021"

Rischia di diventare un "caso diplomatico" tra Caserta e Marcianise il nuovo video del candidato sindaco Carlo Marino diffuso (e poi rimosso) sui canali social dal suo staff elettorale. Nella clip nel definire l'avversario Gianpiero Zinzi alcuni 'intervistati' lo definiscono "Chi? Il politico di Marcianise?". 

Una definizione che dall'altra parte di viale Carlo III non è piaciuta. Al punto che è intervenuto lo stesso sindaco Antonello Velardi - uno che per il passato ha avuto non poche frizioni proprio con Zinzi - che ha puntato il dito contro la scelta comunicativa del candidato sindaco del Pd. "E' insopportabile che in campagna elettorale, nel 2021, vengano utilizzati metodi riconducibili alla provenienza geografica ovvero metodi che presuppongono valutazioni sociologiche se non antropologiche - tuona Velardi - Nel 2021, in un tempo in cui ogni barriera è definitivamente caduta e l'inclusione vince sull'esclusione. Caserta ne è peraltro una dimostrazione: i migliori esponenti della migliore casertanità non sono originari dell'antica Casa Hirta. Penso, e faccio solo un nome, a Mauro Felicori".

Poi affonda: "Può essere un dato discriminatorio la provenienza? Può essere un elemento di valutazione la circostanza che si è originari di Marcianise? E che vuol dire l'espressione "il politico di Marcianise"? Ecco, non entro nel merito della campagna elettorale a Caserta ma mi sento di dover difendere la mia Marcianise: nella mia città non ci sono politici di serie B, non ci sono cittadini di serie B, non ci sono persone di serie B. Persone. Qui ci sono apprezzabili esponenti politici che amano la città e il territorio, come ci sono a Caserta, a Casal di Principe, a Letino e a Milano. Dappertutto, Nuova Zelanda compresa".

E infine Velardi ribadisce: "la madre di Gianpiero Zinzi è di Brescia e Brescia è una città che ammiro molto. Il papà è di Marcianise, originario di Puzzaniello che è anche il mio quartiere. Di quel quartiere io sono molto orgoglioso: è un quartiere vero, di fortissima identità, con storica vocazione contadina, con tanti problemi ma anche con tante potenzialità, serbatoio di classe dirigente. Un quartiere che ha subito nel tempo insopportabili discriminazioni", conclude.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il video di Marino scatena la 'guerra social' tra Caserta e Marcianise

CasertaNews è in caricamento